Il Cacciatore 2, le anticipazioni della prima puntata

Il 19 febbraio 2020, su Raidue, va in onda la prima puntata de Il Cacciatore 2, seconda stagione della fiction liberamente tratta dal libro “Cacciatore di mafiosi” di Alfonso Sabella (edito da Mondadori) e con protagonista Francesco Montanari nei panni del Pm Saverio Barone che, una volta entrato nel pool Antimafia di Palermo, trasforma il suo lavoro quasi in un’ossessione, con l’obiettivo di catturare il boss mafioso Giovanni Brusca (Edoardo Pesce), assassino di Giovanni Falcone.

Nel cast della serie tv troviamo anche Francesco Foti (Carlo Mazza), Miriam Dalmazio (Giada Stranzi), Alessio Praticò (Enzo Brusca) e Roberto Citran (Andrea Elia).

Il Cacciatore 2, prima puntata

Episodio 1: Fino a che non moriamo
2 gennaio 1996. Nel giorno del suo matrimonio con Giada, Saverio ha ricevuto dal pentito Tony Calvaruso (Paolo Briguglia), l’indirizzo della villa dove potrebbe nascondersi Giovanni Brusca. L’informazione è vecchia di qualche mese ed è quindi indispensabile tenere sotto controllo la villa per verificare che il boss sia effettivamente lì dentro.

LEGGI ANCHE  Perché Il Cacciatore 2 non va in onda?

Senza dare nell’occhio, però, perché un’imprudenza potrebbe costare la vita al piccolo Giuseppe Di Matteo. Proprio in quei giorni Giovanni Brusca è determinato a risolvere una volta per tutte le sue noie con i narcotrafficanti del New Jersey. Peccato che suo fratello Enzo, sentendosi escluso dagli affari che contano, inizi a sfidarlo apertamente.

Episodio 2: Resistere
Saverio prova a restare lucido e concentrato nonostante le difficoltà nella caccia ai Brusca. E per farlo ha bisogno del sostegno di Giada: il PM è infatti deciso a non lasciare indietro la sua famiglia, soprattutto in quei giorni di attesa e frustrazione.

LEGGI ANCHE  Il Cacciatore 2, il cast

Intanto, nell’ufficio del procuratore capo Elia, si presenta Francesca Lagoglio (Francesca Inaudi), un’agente di polizia in declino che però afferma di avere una solida pista che può condurre gli inquirenti a Bernardo Provenzano (Marcello Mazzarella). Nel suo nascondiglio, Brusca sente il potere che gli sfugge dalle mani: recluso insieme alla moglie e al figlio, non può occuparsi del narcotraffico né di suo fratello, che se ne è andato, lasciandolo solo nella sua latitanza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: