Morto Raffaele Pisu

Si è spento  all’hospice di Castel San Pietro, nel Bolognese, l’attore Raffaele Pisu. Aveva 94 anni.

Si tratta di uno dei più popolari comici e conduttori radiotelevisivi degli anni Sessanta. Ha partecipato – in quel periodo – a programmi come “L’amico del giaguaro”, “Ma che domenica amici” e “Senza rete”.

Era stato partigiano e prigioniero di un campo di concentramento tedesco. A ruoli drammatici, sapeva alternare parti drammatiche, all’animazione del pupazzo Provolino, noto negli anni Settanta.

Ha inoltre preso parte al film   “Italiani brava gente” di Giuseppe De Santis, del 1965. Nel 1989 si è fatto conoscere anche dai più giovani conducendo con Ezio Greggio “Striscia la Notizia”.

Nel 2004 ha partecipato al film”Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, mentre è tornato protagonista in “Nobili bugie” del 2018 accanto a Claudia Cardinale e Giancarlo Giannini con il figlio Antonio Pisu alla regia e il figlio naturale, scoperto  pochi anni prima, Paolo Rossi.

Recentemente era stato ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in udienza privata al Quirinale n occasione del restauro di “Italiani brava gente”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: