Masterchef 7 | 1° Febbraio 2018 | Eliminati (spoiler)

Seguici su Whatsapp - Telegram

Sono andati in onda su Sky Uno gli episodi 13 e 14 della 7° edizione di Masterchef Italia; gli aspiranti chef rimasti in gara anche in questi due episodi sono stati messi a dura prova con nuove evoluzioni ai fornelli.

Nella 13° puntata come ogni stagione di Masterchef che si rispetti, c’è stata la prova più temuta di sempre, si tratta della prova di pasticceria. A giudicare le preparazioni, la pasticciera Isabella Potì, ed a sorpresa, anche il maestro Iginio Massari, spuntato dalla balconata della cucina. Com’era prevedibile sono stati i dolci a mettere i bastoni tra le ruote ai concorrenti.
Ludovica Starita è riuscita ad essere la migliore, il suo vantaggio riguarda la prova in esterna, dove ha guidato la sua brigata.
Il dolce peggiore è stato quello di Matteo Marchetto, che è stato definitivamente eliminato dalla cucina del talent culinario.

LEGGI ANCHE  Masterchef 7 | 8 Febbraio 2018 | Eliminati (spoiler)

Il 14° Episodio invece ha visto quindi la prova esterna che è stata fatta a Campo Imperatore, sul massiccio del Gran Sasso, in Abruzzo. Per disparità di numero, le due brigate hanno scelto i loro componenti in una reazione a catena. Avrebbe ‘pagato pegno’ chi sarebbe rimasto fuori dalle scelte delle squadre, in questo caso Italo che, per regolamento, ha dovuto affrontare il pressure test poiché non è stato scelto nella composizione delle squadre.

Durante la prova finale che ha portato al nome dell’eliminato, i concorrenti sconfitti nella prova in esterna (per la cronaca, la brigata rossa capitanata da Manuela Costantini) si sono sfidati nella preparazione delle orecchiette con le cime di rapa e delle tapas. Italo Screpanti è risultato il peggiore, così ha dovuto abbandonare per sempre il grembiule e la cucina di Masterchef.

LEGGI ANCHE  MasterChef 7, anticipazioni puntata 4 gennaio 2018 (Video e foto)

L’eliminazione è stata presa con una certa amarezza e con una vena polemica anche nei confronti dei giudici sulla quale ha puntato il dito:

Sono Italo, sono cresciuto, ho 74 anni e mi sono fatto sulla mia pelle e sulle mie spalle e nessuno mi può insegnare come devo vivere chiaro? C’è una vecchia frase che dice: Io sono già stato quello che voi siete ma non so se voi sarete quello che io sono.

Insomma, prenderla bene.

Seguici su Whatsapp - Telegram