Freedom – Oltre il confine su Italia 1, la puntata del 16 ottobre 2020

Sesto appuntamento per Roberto Giacobbo e Freedom-Oltre il confine: il programma di divulgazione che debuttò su Rete 4 si è spostato su Italia 1, per dodici puntate alla ricerca di misteri e con reportage dedicati a Storia, scienza e tecnologia.

Alla guida Roberto Giacobbo, affiancato in questa edizione da Robbo, il suo gemello virtuale, in grado di raggiungere luoghi virtuali e reali, dove le telecamere tradizionali non possono arrivare. Tramite il Freedom-Track ed una carovana di auto, van, furgoni, camper, sono stati raggiunti i luoghi più interessanti dell’Italia e del mondo.

Freedom, sesta puntata

Nella sesta puntata, si partirà dagli Stati Uniti, per parlare della Statua della Libertà, vero e proprio simbolo degli Stati Uniti d’America. La sua torcia, a oltre 90 metri, visibile da 40 chilometri di distanza, ha accolto generazioni di migranti che sono arrivati a New York in cerca di fortuna. È possibile che dietro il progetto dello scultore francese Frédéric Auguste Bartholdi e dell’ingegner Gustave Eiffel, gli autori della statua, ci siano le idee originali di artisti italiani? Nel nostro paese, infatti, esistono opere più antiche della statua di New York, che potrebbero averne ispirato la realizzazione. Giacobbo documenta queste ipotesi da Liberty Island ed entra all’interno di una colossale statua di rame, sulle rive del Lago Maggiore.

A seguire, Freedom arriva in quella che è considerata la capitale dei folletti: Carlingford, una piccola cittadina situata a 90 chilometri a nord di Dublino, in Irlanda. Qui incontra Kevin Woods, l’ultimo irlandese che parla con questi fantastici abitanti dei boschi. Lo stravagante personaggio permetterà riprese all’interno di tunnel, a suo dire, frequentato dagli elfi e che condurrebbe direttamente alle loro case.

LEGGI ANCHE  Freedom - Oltre il confine su Italia 1, la puntata dell'11 settembre 2020

Da isola ad isola, il viaggio prosegue verso la Sardegna, all’interno di un’area che fino a pochi anni fa era off-limits, perché coperta da segreto militare. Le telecamere del programma entrano – in esclusiva – in quello che era il 68° Deposito dell’Aeronautica Militare, costruito all’interno del Monte Urpinu. Qui si nascondeva uno dei più grandi depositi di carburante del Mediterraneo. La rete di fitte gallerie, che si estende per chilometri, è rimasta operativa fino agli anni ’80 del secolo scorso ed è stata definitivamente dismessa nel 2007.

In Sicilia visita in luoghi dove il tempo sembra essersi fermato: due paesi distrutti dal terremoto del Belice del 1968, Poggioreale e Gibellina. Il primo è stato abbandonato, ma è ancora presente nei ricordi dei suoi abitanti. Il secondo è stato trasformato in un’opera d’arte contemporanea, una delle più grandi al mondo: è il Cretto di Burri, un monumento che ricopre la città vecchia come un gigantesco velo di pietra.

In chiusura, dal Gargano, a Monte Sant’Angelo, dove si trova infatti uno dei più antichi e importanti santuari legati a San Michele. Un santuario che sarebbe collegato ad altri due luoghi di culto, sempre consacrati a Michele e distanti gli uni dagli altri 900 Km: Mont Saint-Michel in Normandia e la Sacra di San Michele in Val di Susa. Chi ha disegnato la linea invisibile che sembra collegarli e che porterebbe alla Terra Santa?

LEGGI ANCHE  Freedom - Oltre il confine su Italia 1, la puntata del 25 settembre 2020

I reportage sono stati realizzati con strumenti di ultima generazione: macchine da presa con lenti cinematografiche; microcamere; fotocamere leggere; action cam; nove telecamere UHD -con la novità rappresentata da quella montata sul Mini-Freedom-Track-, al lavoro in simultanea con droni di ultimissima generazione, cui si aggiungono uso di AR, scanner 3D, laser, modelli a nuvole di punti.

Freedom è anche inclusione grazie alle grafiche Easy Reading, un font ad alta leggibilità per aiutare la lettura dei dislessici (oltre 700 milioni nel mondo), quale forma di attenzione e rispetto verso gli spettatori, in particolare i più giovani che vivono questa peculiarità.

Freedom, streaming

E’ possibile vedere Freedom-Oltre il confine in streaming sul sito ufficiale di Mediaset e sull’app per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani si potrà vedere in Guida Tv/Replay. A questo link la pagina ufficiale del programma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: