-->

Falling Skies, su Rai4 in prima tv la serie fantascientifica di Steven Spielberg

Falling Skies è stata una serie tv che la televisione generalista ha un po’ dimenticato: se l’intera serie, sulla pay, è andata in onda su Fox, solo le prime due stagioni sono andate in onda sulla tv free, ovvero su Cielo. A rimediare a questa dimenticanza ci pensa Rai 4 che, da oggi, lunedì 12 febbraio 2018, manda in onda tutte e cinque le stagioni della serie tv (dalla terza alla quinta sono in prima visione free), dal lunedì al venerdì alle 16:00.

Falling Skies, trama

Creata da Robert Rodat (“Salvate il soldato Ryan”) e prodotta, tra gli altri, da Steven Spielberg, Falling Skies è una serie fantascientifica post-apocalittica, che racconta il tentativo di sopravvivenza dell’umanità dopo un’invasione aliena. La serie si concentra sul tentativo di un gruppo di resistenza all’interno del Reggimento Seconda Massachusetts di ribellarsi agli alieni, che hanno annientato le tecnologie umane e costretto l’uomo alla sottomissione.

Protagonista è Tom Mason (Noah Wyle, E.R.), ex professore di Storia, le cui conoscenze su guerre e battaglie del passato forniscono validi suggerimenti al gruppo su come fronteggiare e rispondere agli attacchi extraterrestri. Tom, che ha perso la moglie nell’invasione e che deve occuparsi dei figli Hal (Drew Roy) e Matt (Maxim Knight), è in cerca del terzo figlio, Ben (Connor Jessup), rapito dagli alieni ed utilizzato, come molti altri giovani, come schiavo tramite una sofisticata tecnologia che gli impedisce di ribellarsi.

Tom viene aiutato nella sua ricerca dalla dottoressa Anne Glass (Moon Bloodgood) e dall’ex colonnello Dan Weaver (Will Patton). Ma come in tutte le serie post-apocalittiche che si rispettino, il gruppo deve vedersela anche con altri esseri umani, che approfittano della situazione per arricchirsi: tra questi, John Pope (Colin Cunningham), sciacallo che nel corso delle stagioni si ritrova a collaborare più volte con il gruppo, restando però ambiguo sulle sue intenzioni.

Falling Skies racconta così il tentativo di un piccolo gruppo di resistenti di opporsi alle forze aliene e di riconquistare la Terra, facendo fronte a tecnologie avanzatissime e dovendo così sfruttare il proprio ingegno e furbizia per ingannare gli alieni. Il tutto, non senza qualche colpo di scena, alleati insospettabili ed un viaggio che porterà la Seconda Massachusetts a cercare una nuova casa da cui ricostruire gli Stati Uniti.

Falling Skies, recensione

Spielberg si trova naturalmente a suo agio quando si parla di fantascienza: a livello produttivo, Falling Skies mostra effetti speciali che ben rendono l’idea di un’invasione aliena, così come la regia sporca (molto belli i frequenti piani sequenza) cerca di far calare il pubblico in un ambiente ostile in cui, però, non manca la speranza di un mondo migliore.

A rovinare tutto questo, però, una trama che nel corso delle stagioni inizia a pescare situazioni improbabili e che allungano il brodo: passi l’inevitabile trasformazione di Tom da semplice “soldato” a leader vero e proprio, ma alcuni episodi riempitivi spezzano il ritmo ed impediscono a Falling Skies di mantenere alta l’attenzione del pubblico. Nonostante questo, però, una cosa è certa: la serie si conclude con un finale vero e proprio, quindi non temete di restare in sospeso con le vicende narrate.

Falling Skies, streaming

E’ possibile vedere Falling Skies in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull’app disponibile per tablet e smartphone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: