Advertisements
Advertisements

Sanremo 2013: buoni gli ascolti dell’esordio

Sebbene la prima puntata del Festival di Sanremo 2013 non ci abbia convinto per un’eccessiva lentezza e un’atmosfera cupa e poco festiva (resoconto e galleryrecensionevideo della contestazione di Maurizio Crozzavideo monologo Luciana Littizzetto), non si può negare che gli ascolti siano stati molto buoni. La serata è stata infatti vista da 14.196.000 spettatori, share 47.6%, nella prima parte e nella seconda, iniziata alle 23:48, da a 8.146.000 e 53.53% (per tutti gli ascolti della serata, potete consultare questo link).

Facciamo un confronto coi dati degli ultimi anni: l’edizione 2012, che ha visto la conduzione di Gianni Morandi e Rocco Papaleo, ha avuto nella prima serata una prima parte a 14.378.000 spettatori (share del 48.51%) e una seconda, iniziata alle 23:33, di 8.451.000 (share 55.24%). Risultato quindi molto simile – inferiore di poco – a quello di quest’anno e fu considerata un successo. L’anno precedente, ancora con Morandi, 14.175.000 spettatori (45.2%) di share seguirono la prima parte e 9.417.000 (48.65%) la seconda, iniziata alle 22:59.

Il picco di ascolto della serata di ieri è stato alle 22:43 con 17.033.000 spettatori, mentre Maurizio Crozza imitava Bersani. Il picco di share è avvenuto invece alle 24:08 (58.89%) alla fine dell’esecuzione di Nel blu dipinto di blu, in omaggio a Domenico Modugno.

Anche le trasmissioni di Rai1 dedicate al Festival hanno avuto ascolti di tutto rispetto. Uno Mattina ha ottenuto infatti l’ascolto più alto nella seconda parte, che aveva come tema il Festival, con il 21.84% di share e 1.594.000 spettatori; La vita in diretta, nella prima parte, è stata seguita invece da ben 3.110.000 spettatori, con il 23.06% di share.

Advertisements