Serie TV: un fenomeno culturale nell’era digitale

Con l’affermazione delle piattaforme di streaming video, negli ultimi anni è radicalmente cambiato il nostro modo di fruire di contenuti quali film e serie TV. In particolare, proprio queste ultime si sono trasformate da semplice prodotto televisivo a fenomeno di costume. Ma quali sono i motivi di questo successo? E dove possiamo ritrovare l’influenza delle serie TV?

Perché le serie TV piacciono così tanto?

Il concetto di serialità in ambito televisivo non è nuovissimo: prodotti come i telefilm o le soap opera, infatti, trovano spazio nei palinsesti da decenni non senza un certo successo di pubblico. Le loro caratteristiche, tuttavia, sembrano sempre più lontane dalle necessità degli spettatori odierni, che nell’epoca del digitale non soltanto scelgono mezzi differenti (dai canali TV tradizionali si passa ormai sempre più spesso alle piattaforme di streaming come Netflix e Prime Video), ma mostrano anche un diverso modo di fruire del prodotto.

Le serie per così dire “tradizionali” richiedevano infatti un certo impegno per seguire la trama, come accadeva per esempio nel caso delle telenovelas, con il rischio di perdere parti importanti del plot qualora si fossero saltate una o più puntate, così come i telefilm basati sulle avventure di un singolo protagonista rischiavano di annoiare col passare del tempo, perdendo l’appeal e l’effetto sorpresa iniziale. Le serie TV che abbiamo imparato a conoscere in questi anni superano queste limitazioni, sia perché in genere riescono a mantenere un livello di attenzione elevato nel corso delle stagioni, sia per la possibilità garantita dagli operatori del settore di recuperare in qualsiasi momento scene e puntate precedenti, lasciando dunque massima flessibilità nella fruizione dei contenuti.

Accanto a tali aspetti, va considerato anche l’elevato livello qualitativo dei prodotti oggi presenti nei cataloghi delle piattaforme di streaming, che molto spesso rende le serie TV dei “film a puntate”: non è un caso, d’altronde, che spesso in essi ritroviamo attori e registi di fama internazionale, che si mettono in gioco con questo nuovo formato.

Le serie TV come fenomeno di cultura pop

Guardare una serie TV oggi non è più soltanto un’azione fine a se stessa, che inizia e termina con la visione del prodotto audiovisivo sul proprio apparecchio preferito, ma è sempre più spesso un’attività che ci coinvolge a 360 gradi. Le serie di maggior successo fanno parlare di sé anche una volta spenta la TV o il PC, lasciando un’impronta molto forte su chi ne ha apprezzato trama e personaggi.

Quando ci appassioniamo a una nuova serie, per esempio, siamo pronti a consigliarla ad amici, familiari e colleghi di lavoro e a commentarla con coloro che già la stanno seguendo, per un effetto a catena che crea risvolti sociali davvero interessanti. Non solo, grazie ai social media questo scambio si allarga facilmente anche a persone che non conosciamo direttamente ma con cui ci piace scambiare opinioni su gruppi dedicati o nei commenti ad articoli a tema.

Proprio i social network mettono inoltre in mostra un altro interessante risvolto, che è quello delle parodie che riscuotono un successo talvolta pari o superiore a quello della serie stessa, come accaduto per esempio con i video virali dei The Jackal ispirati a Gomorra, le cui battute sono entrate nell’uso quotidiano per scherzare e divertirsi anche al di fuori del web. Che dire poi dell’influenza di programmi di questo tipo su settori che poco hanno a che vedere con la televisione. Le serie TV più iconiche finiscono sempre più spesso per trasformarsi in brand di successo e scavalcare i confini del mondo televisivo, entrando in ambiti completamente differenti. È il caso, per esempio, di videogiochi e slot online dedicate ai titoli più amati dal pubblico, come dimostrano le proposte del catalogo di Betway, oppure le linee di abbigliamento e accessori ispirate proprio ai costumi delle serie.

Insomma, siamo di fronte a un modo di intendere il “passatempo televisivo” completamente diverso dal passato, che prevede un coinvolgimento molto più ampio del pubblico ed effetti ben evidenti sull’intera società e in questo senso, parlare di serie TV come fenomeno culturale è tutt’altro che azzardato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: