Sapiens – Un solo pianeta 2020, stasera: il mondo delle piante

Il 29 febbraio 2020, alle 21:45 su Raitre, va in onda la terza puntata di Sapiens-Un solo pianeta, il programma di divulgazione scientifica condotto da Mario Tozzi, primo ricercatore CNR, che accompagnerà il pubblico in un viaggio che vuole aumentare la consapevolezza nel pubblico di quanto sia preziosa la Terra e, quindi, la necessità di salvaguardarla.

Sapiens, la terza puntata

La terza puntata si occuperà del mondo delle piante, ponendo attenzione al mondo vegetale e alla sua straordinaria capacità di sopravvivere ai cambiamenti. Grazie all’aiuto dello scienziato di prestigio mondiale, il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, capiremo come le piante siano capaci di propagarsi anche negli ambienti più ostili, come sappiano risolvere innumerevoli problemi di sopravvivenza, e di come siano in grado di sopravvivere perfino alla ricaduta radioattiva a seguito di un’esplosione nucleare.

Per raccontare come lo studio e la salvaguardia del mondo vegetale sia un modo concreto di salvaguardare il pianeta, Mario Tozzi è andato in Norvegia addentrandosi nella foresta primaria di Kaupanger dove, incastonate tra fiordi e montagne vivono, in un ecosistema più che millenario, decine di specie di animali, piante, funghi, licheni. Un luogo nel quale è possibile toccare con mano come i vegetali abbiano saputo adattarsi per sopravvivere a temperature estreme.

Dal freddo glaciale del Nord Europa si passa alle alte temperature del nord Africa, più precisamente in Tunisia ai margini del deserto del Sahara, nelle Oasi di Montagna dove la nazione delle pianete mostra la sua straordinaria resilienza. Per ogni palma sono necessari 400 litri di acqua al giorno: come fanno a reperirli in pieno deserto? Cosa possiamo imparare da questa lezione?

Sapiens, streaming

E’ possibile vedere Sapiens in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull’app per smart tv, tablet e smartphone. A questo link la pagina ufficiale del programma.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: