Sanremo 2020: video monologo Rula Jebreal sullo stupro

Nel corso della prima serata del 4 febbraio del Festival di Sanremo 2020, il presentatore Amadeus è stato affiancato dalla conduttrice Diletta Leotta e dalla giornalista Rula Jebreal. Quest’ultima ha avuto spazio per un toccante monologo che, generalizzando, potremmo dire che ha riguardato il tema della violenza sulle donne, sulle colpe che troppo spesso vengono date alle donne, nonostante siano vittime.

A renderlo particolarmente sentito è l’esperienza raccontata dalla Jebreal che l’ha riguardata in prima persona: la madre Nadia – e non dev’essere stato facile raccontarlo – è stata stuprata per anni da una persona che conosceva bene. Una tragedia che non ha mai dimenticato, anche perché quando ha denunciato non è stata creduta. Quando la giornalista aveva solo 5 anni, la madre si è suicidata, dandosi fuoco.

LEGGI ANCHE  Sanremo 2020: testo Pinguini Tattici Nucleari - Ringo Starr

Rula ha dato i numeri. Numeri sorprendenti, enormi, sulle donne che vengono stuprate solo in Italia e sulle donne che rimangono vittime di femminicidio: 6 donne solamente la scorsa settimana nel nostro Paese.

A voi il video integrale del monologo di Rula Jebreal al Festival di Sanremo 2020.

CircaDebora Marighetti
Sono una giornalista che si occupa, per passione e professione, di tv e spettacolo dal 2006. Ho collaborato con Blogo, in particolare con Tvblog.it, dal 2006 al 2012, occupandomi di news, critiche, recensioni su telefilm, varietà, game show, reality show e molto altro. Sono apparsa sporadicamente su Traveblog.it. Ho gestito il magazine musicale di Dada tra il 2009 e il 2010 e collaborato, negli anni e senza continuità, con svariati blog e settimanali. Dal 2012 sono editor di Ascolti Tv Blog.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: