Sacrificio d’amore, puntata 20 giugno 2018: anticipazioni

Riprende, dopo cinque mesi di pausa, Sacrificio d’amore, la fiction di Canale 5 sospesa a gennaio per bassi ascolti, e che da oggi mercoledì 20 giugno, alle 21:30, prosegue con gli episodi inediti.

La storia è quella di Brando (Francesco Arca), cavatore di Carrara, e di Silvia (Francesca Valtorta), giovane donna sposata con il proprietario della cava in cui lavora l’uomo, Corrado (Giorgio Lupano). Brando e Silvia s’innamorano, ma la loro passione è ostacolata sia dalle differenze sociali che da Corrado stesso, che capisce che sta rischiando di perdere la moglie. Nel mezzo, le vicende di numerosi altri personaggi.

Nella puntata di questa sera, Brando è ancora ricoverato alla clinica di Des Alpes, in Svizzera, dove sta ricevendo le cure per la tubercolosi. L’uomo rivede Silvia, che però è molto cambiata: la donna ha dovuto accettare il patto con Corrado per cui lui paga le cure dell’uomo ma lei non lo potrà più vedere. Brando non sa nulla di tutto ciò e, restando deluso per la distanza di Silvia, inizia a rifiutare le cure.

LEGGI ANCHE  Sacrificio d'amore, anticipazioni puntata 29 dicembre 2017

Sua sorella Maddalena (Desirèe Noferini), intanto, continua a lavorare nella villa di Silvia e Corrado. Ma quest’ultimo, quando scopre che la ragazza è sorella dell’amante di sua moglie, cerca di violentarla. La ragazza riesce a scappare, ma deve lasciare la villa. Silvia le dona una collana preziosa che potrà vendere, ma contro di lei ci sarà anche Augusta (Sara D’Amario), zia del suo ragazzo Tommaso (Rocco Giusti), che non approva la loro relazione ed è disposta a tutto per allontanare la ragazza dal nipote.

LEGGI ANCHE  Sacrificio d'amore, anticipazioni sesta puntata mercoledì 10 gennaio 2018

Sacrificio d’amore, puntata 10 gennaio 2018: streaming e social

Si può vedere Sacrificio d’amore in streaming sul sito ufficiale di Mediaset, mentre dal giorno successivo si potrà vedere nella sezione Programmi. Sui social, si potrà commentare sulla pagina ufficiale di Facebook.