Pezzi Unici, il cast

Giorgio Panariello è Marcello Corsi

Can che abbaia non morde, si dice. E per fortuna, perché Marcello abbaia parecchio. Bastian contrario per eccellenza, diffidente fino alla paranoia e pure un po’ taccagno, Marcello, vedovo ormai da molti anni, ha tre punti fermi nella sua vita e per quelli sarebbe disposto anche a farsi ammazzare: sua figlia Beatrice, il suo amico Vanni e la sua bottega di fabbro. Marcello, come Vanni e come tutti gli artigiani che animano la via a loro dedicata e non solo, ha imparato l’arte della lavorazione del ferro da suo padre, che a sua volta l’aveva imparata dal suo e così via fino al primo antenato di una lunga catena, che neppure la sua unica figlia femmina Beatrice (Margherita Tiesi) ha voluto interrompere. E di questo Marcello è stato felice, anche se non le ha mai imposto niente, cercando di essere per lei il miglior padre e la miglior madre possibile. Due anime in un nocciolo lui e Beatrice. Ma poi succede che Vanni si picca di insegnare a lavorare il legno a quelli che per lui, fino a prova contraria, altro non sono che cinque pericolosi criminali… e a Beatrice, il nocciolo condiviso fin lì con lui comincia a stare stretto. E Marcello questo proprio non lo sopporta. Beatrice può farsi amica di tutti i ragazzi e le ragazze che vuole, può persino innamorarsi di chi vuole, ma di uno dei Pezzi Unici proprio no.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: