Pechino Express: un’avventura romanzata tra divertimento e lentezza

Con l’eliminazione dei fratelli Alarico e Armando Salaroli da parte di Andres Gil e Anastasia Kuzmina si è conclusa la prima puntata di Pechino Express, nuovo esperimento di Rai2 condotto – o meglio, raccontato – da Emanuele Filiberto di Savoia, che ha preso il posto dell’informazione del giovedì sera (a questo link il resoconto completo della prima puntata e la relativa gallery).

Senza troppi giri di parole, possiamo dire che quanto visto al debutto ci ha convinti a metà: un resoconto di viaggio meraviglioso, con paesaggi spettacolari e reali contatti con la popolazione del luogo, si è mischiato ad un’avventura dove tutto è diventato ripetitivo troppo in fretta, tra autostop, ricerca di un tetto sotto cui passare la notte e altruismo dei locali dovuto spesso alle telecamere.

LEGGI ANCHE  Pechino Express in Cina nella settima puntata, senza eliminati (gallery)

Proprio questa ripetitività ha mostrato lentezza in un programma nel quale dovrebbe essere l’adrenalina a farla da padrona. Ci chiediamo quali novità possano essere introdotte nelle settimane a venire, visto che già la seconda parte della prima puntata sembrava una ripetizione della prima.

Per quanto riguarda il cast, va dato merito alla produzione di essere riuscita a creare un gruppo eterogeneo e particolare, che dovrebbe riservare sorprese anche nelle prossime puntate, anche se l’avvenuta registrazione del programma e la necessità di un montaggio “condensato” ha finito col premiare involontariamente alcune coppie, dando loro maggiore visibilità, a discapito di altre.

LEGGI ANCHE  Palinsesto Rai2: Pechino Express e l'incognita del giovedì

Rimarrà comunque nella storia della televisione la frase pronunciata da Francesco Venditti nei confronti della madre, Simona Izzo:

Sei una radical chic che ha distrutto questo paese

CircaDebora Marighetti
Sono una giornalista che si occupa, per passione e professione, di tv e spettacolo dal 2006. Ho collaborato con Blogo, in particolare con Tvblog.it, dal 2006 al 2012, occupandomi di news, critiche, recensioni su telefilm, varietà, game show, reality show e molto altro. Sono apparsa sporadicamente su Traveblog.it. Ho gestito il magazine musicale di Dada tra il 2009 e il 2010 e collaborato, negli anni e senza continuità, con svariati blog e settimanali. Dal 2012 sono editor di Ascolti Tv Blog.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: