Le migliori serie TV sul poker

Fonte: Unsplash

I giochi del casinò e i tornei di poker sono apprezzati per le emozioni che trasmettono sia ai giocatori che agli spettatori, quando vengono trasmessi in televisioni oppure in streaming online. Si tratta di una forma di intrattenimento che regala suspense e adrenalina al tempo stesso e quindi non stupisce che il gioco sia un tema abbastanza utilizzato nei film e nelle serie TV.

Il gioco è un tema perfetto per i film

Il poker, in particolare, viene utilizzato da decenni dall’industria cinematografica per caratterizzare i personaggi oppure per ambientare interi film. In tutti i casi l’effetto è quello di catturare l’attenzione del pubblico e di regalare un mix di soddisfazioni e delusioni, come avviene all’interno del gioco stesso d’altronde.

Il poker nelle serie TV

Il mondo delle serie TV ha spesso utilizzato il poker come tema conduttore oppure come sfondo per la narrazione, inoltre in anni recenti si sono aggiunte le produzioni da parte di piattaforme di streaming online. Come mai? Perché il poker è un gioco dalle mille sfaccettature: ne esistono diverse varianti, dal Texas Hold’em all’Omaha, e comporta una grandissima dose di calcolo, strategia e suspense.

Abbiamo pensato di raccogliere le migliori serie TV sul poker, così se siete appassionati di tavolo verde, e ve ne siete persa qualcuna, avrete la possibilità di rimediare.

  • Las Vegas. Sicuramente la serie di riferimento quando si parla di poker, data anche la sua longevità con sei stagioni per un totale di 106 episodi. Prodotta dalla NBC, la serie Las Vegas è ambientata presso il Montecito Resort & Casinò di Las Vegas, un casinò ipertecnologico con i più avanzati sistemi di sicurezza della città. La particolarità della sceneggiatura è di riuscire a tenere sempre alta l’attenzione dello spettatore con trame che hanno per protagonisti il personale della sorveglianza ed i clienti, tra truffe, sventate rapine ed eccentriche richieste dei clienti più facoltosi. Negli Stati Uniti “Las Vegas” è andato in onda dal 2003 al 2008, mentre in Italia dal 2004 al 2008 su Fox e Rai 2.
  • Big Deal. Un tuffo nel passato con questo vero e proprio classico del genere, che rappresenta una delle serie più importanti mai realizzate a tema poker. “Big Deal” è un comedy-drama inglese prodotto dalla BBC tra il 1984 e il 1986, scritto e creato dal celebre sceneggiatore Geoff McQueen. Il protagonista è Robbie Box, interpretato da Ray Brooks, ovvero un giocatore d’azzardo di Londra la cui dipendenza dal poker ne influenza pesantemente la vita sociale, relazionale (con la compagna di lungo corso Jan Oliver) e familiare (con la figlia Debby). Sono state prodotte tre stagioni per un totale di 30 episodi e nel 2006 è stato rilasciato un DVD. Alcuni episodi si trovano anche su YouTube.
  • Tilt. Non è stata una serie molto duratura, dato che fu confermata solo per una stagione per un totale di nove episodi, ma “Tilt” è riuscita comunque ad imporsi tra le produzioni migliori sul poker. Il titolo “Tilt” fa riferimento al gergo di gioco che descrive lo stress emotivo che porta il giocatore a fare una giocata sbagliata. Ambientata nell’ambito dell’immaginario ‘World Championship of Poker’ a Las Vegas, la serie è andata in onda nel gennaio del 2015.
  • Sneaky Pete. Si tratta di una serie pubblicata dal servizio streaming Amazon Prime Video dal 2015 al 2019 (in Italia ha debuttato nel 2017). “Sneaky Pete” ha per protagonista il truffatore Marius Josipovic (interpretato dall’attore statunitense Giovanni Ribisi) che dopo essere stato scarcerato in libertà vigilata, prende l’identità del suo compagno di cella per sfuggire ai creditori tra cui il gangster Vince Lonigan.
  • Magic City. È una serie americana del 2012 ambientata in una turbolenta Miami di fine anni ’50, in cui il protagonista, l’impresario Ike Evans, è costretto a venire a patti con la mafia per garantire il successo del suo lussuoso hotel. “Magic City” è stata prodotta in due stagioni per un totale di 16 episodi.
  • Billions. “Billions” è una serie televisiva statunitense ambientata a New York nel mondo dell’alta finanza, in cui il poker ha un ruolo non centrale ma è comunque presente. Trasmessa sul canale Showtime (in Italia da Sky Atlantic), la serie è in produzione dal 2016.
  • Capital City. Anche nel caso di “Capital City” la trama non è incentrata sul poker, ma questo fa da sfondo alle vicende dei protagonisti, personaggi dell’alta finanza londinese. La serie è stata prodotta per due stagioni tra il 1989 e il 1990.

Insomma, fra una partita e l’altra gli amanti del poker possono imparare nuove tecniche comodamente seduti davanti alla TV, godendosi una serie interamente dedicata al loro hobby preferito.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: