Il Commissario Ricciardi, il cast

Enrico Ianniello è Bruno Modo

Anatomopatologo, antifascista dai modi cinici, ironici e schietti. È amico fidato di Ricciardi, che stima profondamente, anche se non capisce per quale motivo il commissario conduca una vita così appartata e non sorrida quasi mai.

Amante del vino e delle belle donne, non disdegna di frequentare i bordelli napoletani e non resiste a esternare battute ironiche nei confronti di Mussolini, suscitando la preoccupazione di Ricciardi. In qualità di anatomopatologo, nel corso delle indagini è un valido e fidato alleato del commissario, che ammira l’umanità e il profondo rispetto con cui “studia” i morti.

LEGGI ANCHE  Il Commissario Ricciardi, trama quarta puntata

Mario Pirrello è Garzo

È il diretto superiore di Ricciardi. Arrivista e legato al regime, sopporta a stento l’autonomia del commissario e la sua incorruttibilità, che lo spingono spesso a indagare su personaggi dell’alta società che lo stesso Garzo teme e ossequia, nel tentativo di fare carriera. Allo stesso tempo, però, si ammanta dei successi del commissario per mettersi in vista con le autorità e si circonda di figure mediocri che non possano intralciarlo, come Ponte il suo servile usciere.

Comments

comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: