Diritti Serie A: il pacchetto 2 assegnato a SKY

Alla fine è stata SKY ad aggiudicarsi il famoso “Pacchetto 2”, che permetterà all’emittente di trasmettere 3 partite del prossimo triennio di Serie A.

Le tre gare – sabato alle 20:30, domenica alle 12:30 e lunedì alle 20:45 – saranno in co-esclusiva con la piattaforma DAZN chi si era assicurata la trasmissione anche dei restanti incontri coi pacchetti 1 – 7 partite in esclusiva – e 3, 3 in co-esclusiva.

Calcio e Finanza precisa che SKY ha offerto 87,5 milioni di media a stagione; cifra che va ad aggiunbgersi agli 840 milioni messi in precedenza sul piatto da DAZN.

Come riporta il seguente comunicato, SKY deve impegnarsi così a ritirare il ricorso contro DAZN: “La Lega Nazionale Professionisti Serie A comunica che l’Assemblea riunitasi in data 14 maggio 2021, ai sensi di quanto previsto dall’Invito a presentare Offerte Diritti Audiovisivi Campionato di Serie A Pacchetti Dirette a Pagamento per il territorio italiano – Procedura riservata agli Operatori della comunicazione – Stagioni Sportive 2021/2022, 2022/2023, 2023/2024 del 4 gennaio 2021 e dell’Invito alla Trattativa Privata del 27 aprile 2021, ha deliberato l’assegnazione dei Diritti Audiovisivi del Pacchetto 2 alla società Sky Italia S.r.l. a condizione che Sky Italia S.r.l. rinunci – con formale atto scritto da far pervenire alla Lega e da depositare telematicamente in giudizio entro il termine ultimo delle ore 24 di oggi 14 maggio 2021 decorso il quale l’efficacia dell’accettazione verrà definitivamente meno – al ricorso ex 669-bis e 700 c.p.c. notificato in data 23 aprile 2021 e promosso dinanzi al Tribunale di Milano (R.G. n. 7238/2021), nonché alle azioni di merito fondate sui medesimi motivi dedotti nel ricorso.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: