Conto alla rovescia su Canale 5: ecco come funziona

E’ una sfida contro il tempo a tenere banco in Conto alla rovescia, il nuovo gioco di Canale 5 condotto da Gerry Scotti ed in onda dal 18 novembre 2019, tutti i giorni alle 18:45. Un format tutto italiano, prodotto da DryMedia ed Rti, che vedrà protagonisti in ogni puntata cinque concorrenti.

Alle loro spalle, un ledwall largo 25 metri con un enorme countdown, che i partecipanti non vedono. A loro il compito di rispondere esattamente alle domande delle varie manche prima che il conto alla rovescia finisca. Chi non passerà la manche passerà al gioco ad eliminazione da cui, uno alla volta, usciranno dal gioco quattro dei cinque concorrenti. Solo uno, infatti, parteciperà al gioco finale, in cui si potrà vincere fino a 100mila euro.

I concorrenti devono affrontare nel corso della puntata quattro prove: Passo o chiudo, Le eccezioni, Sembra ieri ed I vasi comunicanti. I concorrenti che non riescono a superarle accedono al Conto alla rovescia, un gioco che si tiene tra una prova e l’altra e determina gli eliminati.

In Passo o chiudo ciascun concorrente deve rispondere correttamente per aggiungere denaro ad un montepremi comune. Il conduttore pone una domanda aperta e in caso di errore il concorrente andrà direttamente al Conto alla Rovescia. Chi non conosce la risposta esatta avrà però un’altra possibilità: passare la domanda a un avversario, che in quel caso la riceverà con un aiuto.

Ne Le eccezioni si farà un viaggio attraverso le follie e le stranezze di questo mondo. Ricco di curiosità, a volte anche di monografie su personaggi di cui si raccontano i lati meno conosciuti, il gioco è composto da un’unica grande domanda con 12 opzioni di risposta: 9 assolutamente vere e 3 inventate.

Sembra ieri è una vera e propria passeggiata nella timeline delle nostre vite, dagli anni ’50 agli anni ’00. Una serie di eventi, ricchi di nostalgia, memorie ed emozioni, andranno collocati correttamente nel decennio in cui si sono verificati.

I vasi comunicanti è il duello finale tra i due finalisti, nonché l’occasione per spartirsi il montepremi comune accumulato fino a quel momento.

Conto alla rovescia, come detto, è il gioco ad eliminazione a cui accedono sempre tutti i concorrenti tranne quello che è riuscito a vincere il gioco precedente. In questo round, che intervalla tutte le prime fasi di gioco, il conduttore fornisce ai concorrenti il titolo di una lista. Alla partenza del tempo, che i concorrenti non vedono, chi è illuminato deve dire un elemento pertinente e corretto della lista per liberarsi dalla luce e passarla al concorrente successivo. Lo sfidante che alla fine del Conto alla rovescia resterà illuminato sarà eliminato.

Il gioco finale, infine, è il Time Out, in cui gioca, solo contro il tempo, il concorrente che avrà superato tutte le fasi precedenti. L’obiettivo è dare 20 risposte esatte in 3 minuti, facendo attenzione a correre più veloci del tempo. Se il tempo sarà più veloce del campione, il suo montepremi calerà. Se il giocatore riuscirà a dare 3 risposte esatte consecutivamente avrà, però, la possibilità di fermare il cronometro, permettendogli di fornire le successive risposte senza l’assillo del tempo che scorre. Ma attenzione: al primo errore il count down riprenderà inesorabile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: