Calano i ricavi pubblicitari della tv, crescono quelli dell’online: perché scegliere l’approccio integrato

Le abitudini dei consumatori cambiano di continuo e spesso questo avviene di comune accordo con le evoluzioni dell’hi-tech. Non deve dunque stupire il fatto che Internet e il digitale abbiano portato gli italiani verso una direzione ben precisa e fra l’altro molto diversa dal recente passato.

Se da un lato aumentano ad esempio gli acquisti online, dall’altro un discorso similare può essere fatto anche per quanto riguarda la parte promozionale. In sintesi, oggi le imprese investono soprattutto in pubblicità digitale, mentre iniziano a calare i ricavi promozionali della tv.

Questo fenomeno non è altro che il frutto di una strategia di adeguamento, che va a colpire il target attraverso i canali oggi più gettonati. Di contro, un’azienda non dovrebbe mai commettere l’errore di abbandonare del tutto i media tradizionali: ecco perché l’approccio integrato risulta essere così rilevante.

Spesa pubblicitaria: salgono i numeri dell’online

Finora il grande protagonista del mondo pubblicitario era stato il televisore, da sempre il canale preferito dalle aziende per promuovere e per sponsorizzare i propri prodotti o servizi. Oggi la situazione sta cambiando, al punto che entro il 2019 la spesa pubblicitaria investita nell’online supererà quella della tv. Entro il 2022, poi, i ricavi pubblicitari digitali supereranno i 4,2 miliardi di euro, ad un ritmo di crescita pari al +9,7%.

Passando ai dati di quest’anno, ecco quanto è emerso dai report di settore: attualmente si spendono circa 8 miliardi di euro in promozione annua, con un incremento del +2,8% rispetto al 2016. Al momento la tv rappresenta ancora la fonte primaria di investimento: insomma, nonostante il calo registrato nel 2017, non ha ancora ceduto la vetta all’online. Il digitale, però, avanza velocemente: con il già citato tasso annuo del +9,7%, basteranno i prossimi 12 mesi per superare le spese in spot televisivi.

L’approccio integrato come soluzione ideale

Tuttavia concentrare tutto il proprio budget solo sulla promozione online, a scapito di tutti gli altri canali, non è esattamente la strategia più corretta.

Una strategia che possa dirsi adatta alla situazione odierna, infatti, prevede un mix di investimenti nell’online e nell’offline. Prendendo come esempio un’azienda che basa il proprio lavoro su un catalogo di prodotti, questa farebbe bene a continuare a far stampare il proprio catalogo in brossura fresata, magari rivolgendosi ad una piattaforma come Doctaprint, integrandolo poi integrare con una versione digitale, sfogliabile direttamente online e semplice da aggiornare.

L’integrazione tra vecchie e nuove forme di marketing è una tecnica che si rivela perfetta, in quanto riesce a stimolare target diversi e in modi diversi, includendo anche chi non si collega a Internet abitualmente.

In conclusione, oggi la rete fornisce ottime opportunità per promuovere il proprio business, tanto che questa forma pubblicitaria continua a crescere. Al contempo però non va dimenticato che i classici canali promozionali rimangono ancora oggi molto utili.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: