Bang Bang Baby, quante puntate sono?

Anche Prime Video si è data alla produzione di serie tv originali italiana: Bang Bang Baby, disponibile da giovedì 28 aprile 2022, è il terzo prodotto seriale che approda nel catalogo della piattaforma di streaming di Amazon ed a giudicare dalla critica sembra essere un titolo da non perdere.

Ma da quante puntate è composto Bang Bang Baby? In tutto, gli episodi della prima stagione di questa serie tv sono dieci, ciascuno della durata di circa 50 minuti. Prima Video, però, ha deciso di suddividerne la distribuzione in due parti.

I primi cinque episodi, infatti, sono disponibili da giovedì 28 aprile, mentre i rimanenti cinque, incluso quindi il finale di stagione, saranno pubblicati giovedì 19 maggio. Il pubblico che si appresta a seguire le avventure di Alice (Arianna Becheroni), dovrà quindi aspettare meno di un mese per scoprire come andranno a finire.

Bang Bang Baby, la trama

Italia, 1986. La tv mostra un mondo allegro, colorato, sfavillante. Un mondo in cui tutti, ma proprio tutti, sembrano felici. Un mondo che scorre davanti agli occhi di Alice, una teenager timida e introversa, che vive con la mamma Gabriella (Lucia Mascino), operaia in una cittadina del nord, sognando un futuro un po’ meno grigio e banale di quello a cui sembra destinata.

Il suo sorriso, a differenza di quello della pubblicità dei sofficini, si è spento dieci anni prima, quando suo padre Santo (Adriano Giannini) è stato assassinato davanti ai suoi occhi. Ma tutto cambia di colpo quando Alice scopre che quel giorno suo padre non è morto davvero. Santo è ancora vivo e ora lei vuole incontrarlo a tutti i costi, per riempire il vuoto che ha dentro. Per essere di nuovo felice.

La strada che la conduce da lui, però, la porta a tuffarsi nel mondo oscuro e minaccioso della famiglia paterna –i Barone– potente clan della malavita organizzata milanese. Per amore del padre, Alice inizia così un viaggio in un universo sconosciuto, dove regnano regole arcane e misteriose.

Dove le tradizioni di una cultura lontana si mescolano a sangue e violenza. Dove la farsa va a braccetto col dramma. Dove il dialetto si sovrappone alle rassicuranti parole dei telefilm. E dove il calore della famiglia nasconde vendette, tradimenti e omicidi.

Un mondo dominato da lealtà familiare, ragù, kalashnikov, e, infine, da sua nonna Lina (Dora Romano) -feroce boss del clan. Durante questo viaggio, Alice scopre un lato oscuro che le ribolle nelle vene, pronto a scaldarle il cuore. Man mano che sprofonda nella tana del Bianconiglio inizia a trovare se stessa e il suo posto nel mondo.

L’immaginario della sua adolescenza, fatto di telefilm, cartoni animati, pubblicità e videogiochi, è il filtro con cui riesce a mantenere un distacco dall’orrore che la circonda. Ma attraversando la soglia della maturità con una pistola nello zaino, Alice scoprirà che da grandi poteri derivano grandi responsabilità. Dovrà fare delle scelte, rinunciare a qualcosa. Diventando grande.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: