La mafia uccide solo d’estate 3, la terza stagione si farà?

Con l’ultima puntata in onda questa sera alle 21:25 su Raiuno, si conclude la seconda stagione de La mafia uccide solo d’estate. Tante le storie raccontate, sia quelle inventate dagli autori e relative ai protagonisti, sia quelle purtroppo tratte dalla realtà della fine degli anni Settanta in Sicilia.

La mafia, nella serie che prende ispirazione dall’omonimo film di Pif, continua a restare centrale, ma viene raccontata cercando di informare il pubblico divertendolo, accompagnandolo anche all’interno delle vicende di una famiglia, i Giammarresi, alle prese con i problemi più o meno grandi di tutti i giorni.

Ancora non ci sono state comunicazioni su una possibile terza stagione della serie, ma i presupposti ci sono tutti: la volontà della Rai e di Pif è quella di raccontare nuove vicende e di proseguire nel viaggio della Sicilia degli anni Ottanta tramite gli occhi del giovane Salvatore (Edoardo Buscetta), la cui curiosità fa da filo conduttore ai numerosi eventi raccontati dalla voce di Pif, nei panni del protagonista da grande.

Anche gli ascolti non sono stati brutti, nonostante il calo rispetto alla prima stagione: la media della seconda stagione, esclusa l’ultima puntata, è stata di 3,6 milioni di telespettatori, che fanno ben sperare. La mafia uccide solo d’estate ha ancora molto da raccontare, con la sua capacità di divertire ed emozionare che è rara per una serie tv.