Almanacco trash 22 maggio – 2017: Lite tra Tina e Iva Zanicchi a Selfie (video)

Simona Ventura per 2 anni ha condotto una trasmissione che aiutava coloro che volevano migliorarsi esteticamente e che ha avuto un buon riscontro di pubblico. La trasmissione si chiamava Selfie – Le cose cambiano. Nella seconda serie del programma, tra i giudici c’era la cantante Iva Zanicchi, mentre tra gli opinionisti, come nella prima stagione, anche nella seconda è tornata Tina Cipollari, volto conosciuto di Uomini e Donne.

Fra le storie raccontate e risolte c’è stata quella di Rossana, che spiega di avere un difetto fisico che le impedisce di vivere tranquillamente: i fianchi e i glutei grossi. La donna fa la commessa e questo “problema” viene continuamente evidenziato dalle sue clienti. Così Iva Zanicchi va a trovarla e dopo essersi fatta spiegare la storia della sua vita e dopo aver avanzato qualche perplessità, decide di aiutarla ad affrontare l’intervento chirurgico, così l’aquila di Ligonchio dice:

Hai ragione hai un bel treno ma non vedo questo grosso problema, tanto da intervenire chirurgicamente. Dovrei pensarci un attimo.

Intenerita dallo sguardo di Rossana, però, il giudice ha deciso di aiutarla. Ma subito in studio scoppia il caos. Tina Cipollari spiega di non essere d’accordo con Iva Zanicchi dato che, a suo dire: “non si possono aiutare tutte le persone, soprattutto perché lei è una donna pigra“.

LEGGI ANCHE  Quinta colonna sempre più trash, con Adriano Pappalardo, Iva Zanicchi e gli sfoghi della piazza

E ancora aggiunge il carico da novanta

Cos’è sta ca**ata di dire sì a tutto? Rossana è pigra, non bisogna aiutare le persone che non hanno veramente bisogno. Lei può andare in palestra, fare dei massaggi, non bisogna dire sempre di sì. Cos’è sta ca**ata, dai. Ci sono aiuti e aiuti. In questo caso non ce n’era bisogno.

La Zanicchi, allora, interviene per difendere Rossana e spiga che non bisogna solo aiutare persone che hanno problemi economici. Ma a queste parole Tina Cipollari non ci sta e dopo aver ribadito la sua opinione, senza altro aggiungere, lascia lo studio con il suo solito stile tipico trash.

LEGGI ANCHE  Pechino Express 2016: vincono i Socialisti. La classifica finale