Advertisements

Storie del genere su Rai Tre, 14 giugno 2018

Un nuovo programma, che sicuramente genererà qualche discussione e polemica, parte da giovedì 26 aprile 2018, alle 23:00, su Rai 3, ovvero Storie del genere, una produzione Kimera, scritto da Chiara Salvo e Sabrina Bacalini, prodotto da Stefania Gagliardi per la regia di Giampaolo Marconato e con la conduzione di Sabrina Ferilli.

Storie del genere, 14 giugno 2018


Nella settima puntata di Storie del genere, Sabrina Ferilli apre la sua casa ai protagonisti del programma. Un momento di scambio e confronto e per ripercorrere i momenti più significativi del loro percorso. Saranno presenti Alessandro, Francesco, Daniela, Elisa, Maikol, Claudia, Nicolò, Penelope, Edoardo e Valentina.

Storie del genere Rai 3, 7 giugno 2018

Nella sesta puntata di Storie del genere saranno raccontate le storie di Nicolò, Edoardo e Valentina. Il programma seguirà il giorno dell’intervento di Nicolò, in cui metterà alle spalle il suo passato da Gaia. Fuori dalla sala operatoria i genitori, che condivideranno paure e speranze.

Racconterà la propria esperienza anche Edoardo, nata Roberta, vigile urbano che ha completato il proprio percorso. infine, sarà raccontata la storia di Valentina, all’anagrafe Gianluca, da poco arrivata al Saifip (servizio per l’adeguamento identità fisica e identità psichica dell’Azienda ospedaliera San Camillo–Forlanini di Roma). Valentina, ex tennista professionista, maschio alfa e casanova, ha sempre tenuto nascosto il sogno di diventare donna, e solo ora lo sta esaurendo.

Storie del genere Rai 3, la sesta puntata slitta

Così come M di Michele Santoro, anche la sesta puntata di Storie del genere slitta di una settimana, per lasciare posto ad uno speciale di In 1/2 ora di Lucia Annunziata sull’attuale situazione politica. Il programma condotto da Sabrina Ferilli, quindi, torna in onda giovedì 7 giugno in seconda serata.

Storie del genere Rai 3, 24 maggio 2018: Maikol, Nicolò e Penelope


Nella quinta puntata di Storie del genere, al centro ci sarà Maikol, nata Masha, che dopo aver effettuato l’isterectomia saluta il suo passato di donna, ripercorrendo la sua vita. Il programma, inoltre, va alla scoperta della quotidianità di Nicolò, una volta Gaia, in attesa dell’operazione di riassegnazione da femmina a maschio. Infine, sarà raccontata anche la storia di Penelope, giovane ragazza marchigiana che sta affrontando il percorso di transizione da maschio a femmina.

Storie del genere Rai 3, 17 maggio 2018: Claudia, Nicolò e Maikol


Nella quarta puntata di Storie del genere, viene presentata una nuova protagonista, Claudia, nata Claudio, make-up artist di successo che alla soglia dei quarant’anni ha ritrovato se stessa. Nicolò, nata Gaia, di 19 anni, sta intanto aspettando l’operazione che lo renderà totalmente uomo, e ripercorre i momenti in cui ha lottato contro se stessa e soprattutto la sua famiglia.

Maikol, all’anagrafe Masha, deve infine affrontare un difficile momento, in cui dovrà dire addio ad una parte femminile di sè: l’isterectomia. Con lei, in ospedale, i genitori, che ripercorrono i momenti del coming out.

Storie del genere Rai 3, 10 maggio 2018: Maikol, Alessandro e Daniela


Nella terza puntata di Storie del genere del 10 maggio 2018, Sabrina Ferilli racconta la storia di Maikol, nata Masha, che dopo un matrimonio e tre figli ha deciso di intraprendere il percorso di transizione. Alessandro, all’anagrafe Verbenia, intanto, deve affrontare un momento molto difficile della sua transizione da femmina a maschio.

Infine, si continua a seguire la storia di Daniela, che per sessant’anni è stato Maurizio e che, finalmente, ottiene a livello istituzionale il riconoscimento della sua nuova identità.

Storie del genere Rai 3, 3 maggio 2018: Alessandro, Francesco e Daniela


Nella seconda puntata di Storie del genere, i protagonisti sono Alessandro, Francesco e Daniela. Alessandro, 26 anni, sta transitando da femmina a maschio, grazie all’aiuto dei medici e psicologi del Saifip (Servizio per l’adeguamento identità fisica e identità psichica dell’Azienda ospedaliera San Camillo – Forlanini di Roma). Francesco 29 anni, proprio durante la sua transizione ha conosciuto Elena, la donna della sua vita. Daniela, 62 anni, deve invece affrontare in Tribunale il riconoscimento giuridico della sua identità.

Storie del genere Rai 3, 24 aprile 2018: le storie

Nella prima puntata di Storie del genere Sabrina Ferilli racconterà le storie di Daniela, Elisa e Francesco. Daniela ha 62 anni e per 60 ha vissuto da uomo, diventando un padre e marito che non si è mai trovato a suo agio nel proprio corpo. Elisa, invece, è una romana di 27 anni che da poco ha iniziato il suo percorso al Saifip. Francesco, infine, ha 29 anni ed è nata Luna e dopo anni di sofferenza ha deciso di iniziare il suo percorso di adeguamento al Saifip.

Storie del genere Rai 3, puntate


Le puntate di Storie del genere sono otto: in ognuna sono raccontate tre storie di disforia di genere. I protagonisti descrivono il loro passato alla Ferilli, evidenziando paure, difficoltà e speranze. Oltre alle loro testimonianze, saranno raccolte anche quelle dei loro familiari, dei loro amici e dei professionisti del Saifip, il servizio per l’adeguamento identità fisica e identità psichica dell’Azienda ospedaliera San Camillo–Forlanini di Roma.

I protagonisti raccontano l’iter psicologico, il percorso ormonale e l’intervento chirurgico. Nel corso delle puntate si alterneranno coloro che hanno già concluso questo percorso ed altri che, invece, lo stanno ancora affrontando, sempre supportati dagli operatori, che spiegheranno ulteriori dettagli.

Tra le storie che saranno raccontate, quelle di Nicolò, all’anagrafe Gaia; Daniela, prima Maurizio; Maikol, nata con il nome Masha; di Elisa, appena arrivata al Saifip e Francesco, nata Luna.

Storie del genere Rai 3, Sabrina Ferilli

Ad ascoltare le storie di protagonisti c’è Sabrina Ferilli, attrice che, ancora una volta, si cimenta con la conduzione televisiva (in passato ha condotto anche La bella e la bestia su Raiuno, Contratto su Agon Channel ed House Party su Canale 5).

“Le cose difficili mi piacciono”, ha detto la Ferilli all’Ansa, “e anche questa volta a guidarmi, come spesso accade, è stata soprattutto la curiosità. Sono rimasta affascinata dalla sfida perché, pur leggendo ed informandomi molto su questo tipo di scelta, ne sapevo in fondo poco ed avevo tante domande, spesso anche scomode, da fare. Mi piaceva l’idea insomma, semplicemente”.

La conduttrice si è detta molto colpita dalle storie:

“Mi hanno colpito le vicende che coinvolgono così da vicino la famiglia, i bambini, le madri e anche loro sono venuti in studio a raccontare il loro punto di vista. Mi ha colpito quando questa necessità va oltre quello che ti circonda al punto da non curarti dei danni che potresti provocare. Non mi sono mai tirata indietro nelle domande e sono arrivata a chiedere se ci fosse anche una forma di egoismo in tutto questo”.

Il Saifip Forlanini di Roma


Le storie dei protagonisti saranno raccontate con gli esperti del Saifip, servizio per l’adeguamento identità fisica e identità psichica dell’Azienda ospedaliera San Camillo–Forlanini di Roma. Un’equipe medica formata da psicologi (nell’area minori ed adulti), chirurghi ed endocrinologi che seguono i pazienti durante tutto il percorso. Il servizio ha anche una pagina Facebook ufficiale.

Storie del genere Rai 3, streaming

E’ possibile vedere Storie del genere in streaming sul sito ufficiale della Rai, mentre dal giorno successivo si può vedere in Guida Tv/Replay o in Programmi, nella sezione “News & Approfondimento”. Qui il link alla pagina di Raiplay di Storie del genere.

Advertisements