Immaturi – La serie, la precisazione sull’epatite c

A fine della terza puntata di Immaturi-La serie, è comparso un cartello, che ha precisato come il racconto della fiction di Canale 5 faccia riferimento a prima del marzo 2017, ovvero a quando con una determina Aifa (l’Agenzia italiana del Farmaco) tutti i pazienti affetti da epatite c possono accedere gratuitamente alle cure.

Il riferimento è stato necessario perché nella storyline legata al personaggio di Claudia (Ilaria Spada) la donna trova un secondo lavoro come ballerina di pool dance, per trovare i soldi necessari per comprare, illegalmente, i farmaci necessari per curare una sua allieva, Simona (Mihaela Dorlan), affetta, appunto, da epatite c.

LEGGI ANCHE  Immaturi - La serie, da venerdì 12 gennaio su Canale 5 (e Sacrificio d'Amore?)

Il riassunto e le foto della terza puntata di Immaturi-La serie.

Se prima del 2017 le cure erano accessibili solo a pagamento, oggi questa restrizione è stata tolta, rendendo così le cure possibili a tutti. La trama, però, insiste sulle difficoltà della ragazza per comprarsi le medicine e, quindi, sulla decisione dell’insegnante di mettersi a lavorare la sera pur di aiutarla.

La precisazione vuole così evitare le eventuali polemiche che una storyline di questo genere potrebbe far sorgere tra i telespettatori non informati del cambio di situazione per i pazienti. Se Immaturi-La serie fosse stato scritto dopo il 2017, questa sottotrama avrebbe dovuto subire delle modifiche.