Advertisements
Advertisements

A Le Iene il malore di Nadia Toffa: raccontano tutto a inizio puntata

La puntata de Le Iene di stasera, 3 dicembre 2017, è dedicata a Nadia Toffa, la conduttrice e inviata colta da malore ieri mentre si trovava a Trieste. Ora le sue condizioni sono stabili e non versa più in pericolo di vita, quindi Nicola Savino, Giulio Golia e Matteo Viviani, conduttori della serata, hanno potuto ripercorrere le tappe del suo ricovero con un sorriso sulle labbra.

Anche per loro la situazione è stata difficile e sono state ore di grande apprensione. Da Trieste la redazione de Le Iene è stata avvisata del crollo della Toffa avuto nella hall di un albergo e dell’arrivo in pronto soccorso in codice rosso, ma da quel momento è stato tutto fumoso. Alcune persone della trasmissione si sono fiondate a Trieste, nell’ospedale dove l’inviata era stata ricoverata, ma per la legge sulla privacy i medici non hanno potuto dare loro notizie fino a quando non sono stati i parenti a dare l’assenso.

Prima che venisse comunicato che Nadia si era risvegliata, in redazione c’era il gelo. Quando è arrivata la notizia del suo risveglio, è partito un abbraccio collettivo liberatorio. La situazione comunque non è ancora chiara: la Toffa è ancora attaccata ad un sacco di “tubicini”, hanno raccontato i tre conduttori, e si sta sottoponendo a parecchi accertamenti per capire quale sia stata l’origine della sua perdita di coscienza.

I tre ci hanno comunque scherzato su, raccontando anche un paio di aneddoti: la Toffa avrebbe preso con entusiasmo il trasporto in elicottero fino a Milano, definendolo “una figata”. Inoltre, avrebbe chiesto ai medici di poter uscire qualche ora dall’ospedale, il tempo di condurre la serata odierna. Forse per mancanza di fiducia verso la triade Golia-Savino-Viviani…

Advertisements