Advertisements
Advertisements

Cecilia, Ignazio e le assurde proteste al Grande Fratello Vip

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser stanno insieme. Cecilia e Ignazio fanno tutto quello che le coppie – soprattutto quelle appena nate – fanno al di fuori delle telecamere: limonano da mattina a sera, si cercano, si abbracciano e si accoppiano come conigli. Che lo facciano davanti alle telecamere, all’interno del Grande Fratello Vip, è solo una sottile sfumatura.

Rimaniamo molto perplessi, infatti, di fronte alle proteste di moltissima gente che si è sentita offesa dopo aver visto – in diretta (qualcuno) o nei video che girano in rete (la maggior parte delle persone) – i due nascosti in un armadio, intenti a fare del sesso orale. E’ stato lanciato un hashtag che è diventato subito di tendenza (#ceciliaeignaziofuori) e la produzione è stata costretta, durante un confessionale, a chiedere ai due di tranquillizzarsi, tanto che nelle ultime ore a malapena si parlano.

Non che l’atto si vedesse granché, e l’inquadratura è durata forse 4-5 secondi. Si vedeva lui, di spalle, tra le porte semiaperte dell’armadio, coi pantaloni leggermente calati e si scorgevano le gambe di lei, seduta di fronte. I movimenti del corpo di Ignazio lasciavano poco spazio all’immaginazione, questo sì. Ma, francamente, chissenefrega?

Signori, se non è reality questo, allora che cosa si può chiamare veramente reality? Chi desiderava fin dalla prima puntata per la cornificazione in diretta tv, il coronamento di questo “amore” – che durerà come un gatto in tangenziale, ci mettiamo la mano sul fuoco -, il bacio appassionato, ora non può sopportare la normale evoluzione di quello per cui ha tifato?

La richiesta di squalifica non solo ci sembra esagerata, ma è anche totalmente fuori luogo, visto il tipo di programma. Le liti furibonde vanno bene? Il bagno nudi in piscina da parte di cinque o sei concorrenti fanno ridere? Gli insulti al limite del bullismo sono ammessi? Due signore attempate che si accusano di avere le tette rifatte davanti a 5 milioni di spettatori non sono fastidiose?

E allora perché un atto sessuale seminascosto non è consentito e offende qualche spettatore? A nostro parere, se anche l’avessero fatto alla luce del sole non sarebbero stati comunque da biasimare. Stanno facendo un reality e lo fanno nel senso letterale del termine: mostrano davvero quello che sarebbe avvenuto al di fuori delle telecamere.

Se davanti alla tv ci sono i bambini, forse qualche genitore dovrebbe riflettere sul tipo di programma da far guardare. Meglio i documentari su Focus, fino ad una certa età. E se c’è gente che preferisce che i concorrenti seguano un copione prestabilito, senza mai uscire dall’ordinario, allora è il concetto stesso di reality ad essere sbagliato.

Advertisements