L’isola dei famosi non avrà una nuova edizione. L’era dei reality è finita

Era nell’aria già da tempo, forse da mesi. E alla fine la notizia è arrivata: L’isola dei famosi è un programma del passato. La Rai non è intenzionata a riproporne una nuova edizione; forse a causa di Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi, che hanno sempre affermato di non amare il clima “caciarone” e “volgare” del programma, forse perché i costi erano decisamente alti per un programma che non faceva più gli ascolti di una volta, forse perché semplicemente, dopo aver terminato i veri vip, si è ricorso ai loro parenti, ai loro figli, ai non famosi e ai presunti-vip, quelli che la notorietà l’hanno trovata grazie all’Isola e che prima di naufragare non si sa che lavoro facessero nel mondo dello spettacolo, come ad esempio Belen Rodriguez. Sicuramente il format è stato completamente esaurito, nonostante la scorsa edizione, quel “greatest hits” con teste di serie del passato e con una conduzione rinnovata grazie a Nicola Savino e Vladimir Luxuria, sia sembrata più briosa delle ultime condotte da Simona Ventura.

L’unica certezza è che L’isola dei famosi, il massimo esponente del genere-reality sul fronte Rai, il primo composto da un cast vip, è crollato, seguendo il destino di tutti gli altri reality vip: La Talpa, La Fattoria… tutti morti da tempo. Un programma che ha dato gran lustro alla Rai, pur essendo poco amato dai vertici dell’azienda, tanto che ne è sempre stata impedito uno spostamento su Rai1, forse per mancanza di coraggio, forse per un certo desiderio di preservare un minimo di sobrietà sulla prima rete nazionale.

L’isola avrà un erede: si intitola The Voice, è un format che all’estero è amato da tutti e che la Rai doveva proporre già in passato, tirandosi però indietro all’ultimo per mancanza di budget. E già si trema al solo pensiero che la Rai stia mettendo mano ad un ennesimo talent musicale, dopo il disastro combinato con X Factor, divenuto un piccolo cult solo grazie a Sky, dopo la batosta di Star Academy e dopo quel Music Farm mai decollato del tutto. E basti pensare che se nel The Voice estero troviamo artisti che conoscono bene i gusti musicali di oggi, come Christina Aguilera e Adam Levine, qui da noi si fa sempre più insistentemente il nome di Gianni Morandi, che anche se amatissimo da tutti, ormai non porta un singolo in classifica da almeno vent’anni.

È finita l’era dei reality, almeno per come la conoscevamo noi. Il reality di “vecchia scuola”, quello con la nomination e l’eliminazione, con la prova settimanale, con la lite per i piatti da lavare che tutti criticavamo dando degli esagerati ai concorrenti ma che magari il giorno stesso era capitata anche a noi per un turno non rispettato dal familiare che doveva occuparsene.

Adesso ci sono i talent, in cui gli autori hanno accolto la richiesta del pubblico di proporre dei correnti che sapessero fare qualcosa di concreto, o i docu-reality, come Pechino Express, che però hanno un appeal decisamente diverso rispetto al buon vecchio reality.

Con il Grande Fratello “ricoverato in rianimazione” per un anno, questa è la prima stagione senza un reality in palinsesto dal lontano 1999/2000. È finita un’era.

Advertisements