Mediaset, direttori in allarme dopo un tweet di Lucio Presta. Massimo Donelli rischia la poltrona?

Stando a quanto scrive la Repubblica di oggi, nei corridoi di Cologno Monzese nella giornata di ieri ci sarebbe stato grande fermento. Il motivo? Semplice: un tweet di Lucio Presta che annuncia: “In arrivo grandi cambiamenti , gente che va gente che arriva , direttori che vanno direttori che arrivano.Morto il Papa evviva il Papa”. Sarebbe bastata quindi una frase dell’agente delle star più conosciuto d’Italia per mandare in allarme, si dice, Massimo Donelli, direttore di Canale5 dal 2006 (e di La5, e di Mediaset Extra, e della rete estera Mediaset Italia).

Già in procinto di essere sostituito nella primavera scorsa in seguito al vertiginoso calo d’ascolti della rete da lui diretta, l’ipotesi spunta quindi adesso rilanciata dal quotidiano diretto da Ezio Mauro, secondo il quale sarebbe bastata una frase di Presta per mandare in allarme un intero complesso di strutture.

I nomi per la sostituzione potrebbero essere gli stessi circolati mesi fa, ovvero Alfonso Signorini e Giancarlo Scheri, ma sembra anche che in Mediaset si voglia tentare una strategia che punti a dare più potere decisionale ai direttori delle strutture preposte alla realizzazione dei programmi, come ai direttori dei contenuti di RTI Alessandro Salem e Federico Di Chio, delegittimando in qualche modo i direttori di rete.

E rispunta anche per l’ennesima volta l’ipotesi che vorrebbe Augusto Minzolini nella seconda serata dell’ammiraglia Mediaset, opzione già smentita da Mauro Crippa, direttore dell’informazione Mediaset, ma che ha messo in allarme tutti i giornalisti dell’azienda, a cui pare siano stati chiesti dei sacrifici per venire incontro alle esigenze del Biscione e che si sono messi “preventivamente” sul piede di guerra nel caso venisse fatta un’assunzione particolarmente costosa in termini economici come quella di Minzolini.

Advertisements