Advertisements
Advertisements

Pupo polemico a Ti lascio una canzone: “Non sono d’accordo con la scelta del brano”

Il “tocco in più” – se in positivo o negativo, decidetelo voi – dell’edizione 2012 di Ti lascio una canzone è senza dubbio la presenza in giuria di Pupo, che si è mostrato fin dalla prima puntata piuttosto critico e polemico, nonostante avesse a che fare con dei bambini. La stessa Antonella Clerici a volte si è “dissociata” dai commenti del cantante, oltre ad aver dovuto addolcire la pillola ai piccoli interpreti.

Due settimane fa vi avevamo parlato della bambina scoppiata in lacrime per un suo giudizio troppo duro (salvo poi smentire in un’intervista, dicendo di aver pianto “dalla gioia”). Questa settimana al centro delle sue polemiche c’è stata invece la scelta delle canzoni da parte del Maestro Leonardo de Amicis.

Veniamo ai fatti: una ragazzina canta con enfasi Se perdo te, celebre brano di Patty Pravo. Pupo commenta positivamente l’esibizione, ma penalizza la bimba dandole 8 anziché 9 perché trova azzardata la scelta del pezzo. O meglio, non lo trova adatto ad una cantante di quell’età.

Sebbene Se perdo te non sia la più “scandalosa” delle canzoni proposte dai piccoli talenti, Pupo ha sollevato una questione di non poco conto: l’interpretazione di canzoni totalmente inadatte ai baby cantanti, per argomento o testo. E’ un problema che, a dirla tutta, la sottoscritta si pone da anni e che ha avuto il “picco” quando, a Io Canto, una bimba di 8 o 9 anni ha eseguito Nell’aria di Marcella Bella, canzone dal testo addirittura a sfondo sessuale.

In generale, vedere dei ragazzini cantare l’amore sofferto e disperato fa sempre un po’ ridere (o piangere), ma fino ad ora nessuno aveva mai osato criticare apertamente le scelte degli addetti ai lavori, almeno non pubblicamente in trasmissione, e senza tanti giri di parole.

La speranza è che l’appello di Pupo non cada nel vuoto e che i bambini dei talent show possano continuare a proporre brani celebri, ma non “estremi” come quelli citati, che fanno a pugni sia con la loro età che con la loro esperienza.

Ecco alcune immagini della serata (cliccate per ingrandirle). Per la gallery completa vi invitiamo a visitare quest’altro articolo.

Advertisements