Riparte Reazione a catena. E Pino Insegno avrà il dono dell’ubiquità (mentre Insinna soffrirà)

Torna su Rai1 Reazione a catena, il game-show condotto da Pino Insegno. Appuntamento sull’ammiraglia della tv di stato a partire da questa sera alle 18.50, vista la fine delle partite degli Europei di Calcio 2012 nel preserale. Dopo i buoni ascolti della passata stagione, il carrozzone di Reazione a catena è stato confermato in toto, dalla regia di Jocelyn, al conduttore, che ha raccontato di aver spostato la data del proprio matrimonio per stare nuovamente al timone del programma.

La formula è sempre la stessa: due squadre, composte da 3 giocatori ciascuna, dovranno dimostrare di essere affiatate, veloci e di avere una “intesa vincente”. In ogni sfida i giochi proposti metteranno alla prova la capacità dei concorrenti di formare, completare e ordinare catene di parole.

In un’intervista a Sorrisi (che potete leggere interamente a questo link), Insegno ha raccontato di non essere particolarmente amato dai critici per motivi non connessi al lavoro in senso stretto:

Hanno detto che lavoro perché sono amico del direttore di Raiuno. Eppure sono 32 anni che faccio questo mestiere: con “Reazione a catena” quest’anno festeggio la mia millesima puntata in tv. Mi hanno addirittura rinfacciato il mio inizio come doppiatore di film porno: e che male c’è? Lei non ha forse cominciato a scrivere per il giornalino della scuola? Il giochetto di gettare fango su una persona per motivi sociopolitici mi disturba

Il ritorno di Reazione a catena ha “fatto felice” il direttore di Rai1, Mauro Mazza:

Anche questa estate è, nonostante il contenimento dei costi, accesa. Reazione a Catena ne è un esempio: prodotta nel centro Rai di Napoli, è un format che funziona molto bene. Come l’Eredità di Calo Conti, consente a qualunque spettatore di provare a dare le risposte.

Lo stesso Mazza ha lanciato però una frecciatina a Italia1, che ha scelto di mandare in onda le repliche di un gioco condotto proprio da Pino Insegno:

Italia1, in contemporanea replicherà il ‘Mercante in feria’ realizzato diversi anni fa da Pino Insegno: trovo questo sgradevole e al tempo stesso positivo perchè farà da traino al nostro programma

Sarà insomma un’estate all’insegna di Insegno – e scusate il gioco di parole -, tra repliche e puntate nuove. Nessun dubbio sui buoni ascolti del programma di Rai1…e ad avere la peggio, ancora una volta, sarà il povero Flavio Insinna con il suo Il braccio e la mente, che nonostante le modifiche in corsa non è riuscito a conquistare un solo spettatore in più.

Advertisements