Advertisements
Advertisements

X Factor, Morgan: “Non sono stato pagato”. Sky risponde: “compenso pignorato ad Equitalia”

Come ormai saprete, Morgan non sarà giudice di X Factor nella nona edizione prevista per l’autunno 2015 (al suo posto tornerà Elio, mentre Skin sostituirà la trasparente Victoria Cabello). Tuttavia, i rapporti tra il leader dei recentemente riuniti Bluvertigo e Sky si sono chiusi nel peggiore dei modi.

È di queste ultime ore, infatti, l’attacco di Marco Castoldi (questo il suo vero nome) nei confronti del talent show per il quale ha lavorato per ben sette delle otto edizioni finora realizzate; il giudice che detiene il record di vittorie del format nel mondo (ben cinque) ha criticato X Factor, sconsigliando agli aspiranti cantanti di parteciparvi in quanto fin dalla prima firma da apporre prima del provino d’esordio “ci si lega a vita ad una casa discografica che impedirà per sempre il loro successo nella discografia“. Morgan ha anche rincarato la dose, affermando che il talent show di Sky Uno è “la tomba della creatività” e lamentandosi inoltre di non aver ancora percepito il compenso per la partecipazione all’edizione 2014.

Sky Italia ha risposto all’attacco del giudice più longevo di X Factor, affermando che “il compenso è stato liquidato ma allo stesso tempo pignorato da Equitalia Nord Spa, per il soddisfacimento di un credito di oltre 300.000 euro vantato dalla società di riscossione nei confronti dell’artista.”. L’ufficio stampa di Sky ha inoltre chiuso duramente il suo comunicato, affermando che il bonus riservato ai giudici per il rispetto dei loro impegni con la produzione non verrà liquidato a causa della cattiva condotta di Morgan nei confronti della trasmissione, ricordando la sua assenza in uno dei bootcamp (svoltosi con soli tre giudici) e l’abbandono di un live a metà puntata.

Advertisements