Advertisements
Advertisements

Rita Dalla Chiesa va a fare la fioraia?

Chiuso il contratto con La7, dove non è mai andata in onda, Rita Dalla Chiesa rilascia una malinconica intervista a Tv Sorrisi e Canzoni (pubblicata oggi 15 aprile 2014) e fa il punto sulla propria situazione professionale, arrivata ad un punto in cui “può succedere di tutto”.

La 66enne ex conduttrice di Forum ripercorre innanzitutto le motivazioni che l’hanno spinta a lasciare Mediaset dopo tre decenni di carriera. “Vivevo un periodo di stanca. Sentii che nei corridoi girava la voce che volessero chiudere Forum, ma non me lo disse la direzione”. E quando Urbano Cairo le chiese di traslocare a La7 per fare un talk d’attualità, l’impulso di tentare la sorte fu troppo forte per dire di no.

A posteriori, una scelta poco felice: il talk, com’è noto, non ha mai visto luce. Il progetto originario concordato con Daniel Toaff non trova il consenso di Urbano Cairo, che invece spinge per realizzare una fotocopia di Forum intitolata “Dalla vostra parte”. “Lì mi sono rifiutata” sostiene Rita Dalla Chiesa, “anche perché non mi sembrava una cosa corretta. E con Cairo abbiamo saggiamente chiuso senza spargimenti di sangue”. Cioè senza pagamento di penali.

E adesso quale futuro la attende? “La mia carriera può finire qui, ne sono consapevole. Potrei andare a Sky, a Mediaset, in Rai o fra i pescatori della spiaggia di Mondello, a Palermo”. E infatti, se non ci fossero nuove occasioni in tv, Rita ha già pronto il piano B: “Potrei aprire un negozio dove vendo fiori, libri e servo il tè, se non potrò più continuare a fare il mio lavoro”.

Ma all’eventualità di fare la fioraia evidentemente non crede troppo nemmeno lei. Altrimenti, mentre è impegnata a girare lo spot di una ditta di apparecchi acustici (“Un’azienda con prezzi bassi e alta qualità: l’ho fatto gratis come se fosse una campagna sociale”), non si affiderebbe certamente alle potenti mani del manager Lucio Presta

“Credo di essere stata la sua seconda cliente dopo Heather Parisi. Con lui mi sento molto protetta e gli voglio bene, anche se a volte ha un caratterino…”.

Advertisements