Advertisements
Advertisements

Raoul Bova gay, ma solo per copione

Di voci sul suo conto se ne sono spese tante. E quando lasciò la moglie Chiara Giordano (figlia della notissima avvocatessa divorzista Bernardini de Pace) i rumors diventarono chiassosissimi in merito ad una sua relazione omosessuale. Quale “manzo” da copertina poteva aver fatto capitolare il bel Raoul Bova? Un Calciatore? Un atleta? Un attore? Invece al fianco di Raoul spuntò un’avvenente fanciulla di origini catalane, Rocìo Munoz Morales.

E tutti i “taglia e cuci” dei pettegoli addicted sfumarono in un misero “ah va beh”. Ecco perché le foto rubate da Chi dall’ultimo film di Riccardo Milani, marito di Paola Cortellesi, sono subito risultate un piccolo (ma vacuo e -permettetemi- sordido) risarcimento per chi ha sempre coltivato la passione per il complottismo dietrologico sostenendo che “un uomo così bello non può che essere gay”.

Qui di belloni ce ne sono addirittura due: Raoul Bova che bacia appassionatamente un altro maschio alfa-dominate come Marco Bocci. Ma come si dice, è solo un film. Un sospiro di sollievo da parte di tutte le pulzelle sognanti il principe azzurro…

Advertisements