Le Iene e gli errori della fiction Gli Anni Spezzati (video)

Il nuovo anno de Le Iene Show, è iniziato in modo scoppiettante con vari argomenti, dall’informazione alla satira per finire con qualche strafalcione televisivo. Nella puntata andata in onda ieri, mercoledì 22 gennaio, è finita sotto l’attento controllo del programma di Italia1 e dei suoi telespettatori la fiction Gli Anni Spezzati con Emilio Soffrizzi.

Al centro del servizio, realizzato da Sabrina Nobile, sono stati messi in evidenza i vari errori temporali presenti in due puntate della fiction e precisamente l’episodio dal titolo Il Commissario dedicato a Luigi Calabresi, interpretato da Emilio Solfrizzi. I due episodi, andati in onda su Rai1 lo scorso 8 e 9 gennaio, sono pieni di errori: a finire sotto accusa è l’attore, a nostro avviso unico non colpevole di questa situazione ma ovviamente andare a “scocciare” il regista o lo scenografo avrebbe sicuramente reso il servizio meno interessante.

Gli errori rilevati ne Gli Anni Spezzati, sono almeno tre: nella fiction, ambientata a fine anni sessanta, si vede un auto degli anni duemila; inoltre vengono ritratti un manifesto contro Casa Pound (nata nel 2003) e una foto della strage di Brescia (avvenuta nel 1974). Infine l’errore più grande, secondo l’inviata Sabrina Nobile, riguarda una battuta di Solfrizzi che avrebbe detto “pensi che quell’uomo laggiù accetterebbe di spaccarsi la schiena per dieci euro al giorno se non avesse passione?“. Ovviamente viene discusso il fatto che viene usata come valuta l’euro, entrata in vigore negli anni duemila. Su quest’ultimo errore però ci sentiamo di dissentire in quanto l’attore potrebbe aver detto “dieci ore al giorno” e non “dieci euro al giorno“.

Potete vedere il video completo del servizio a questo link.

Advertisements