I Ragazzi di Pippo Fava, il docufilm stasera su Rai3

Chi non conosce la storia di Pippo Fava (vero nome Giuseppe), può seguire, stasera alle 21.30 su Rai3, il docufilm I Ragazzi di Pippo Fava. Scrittore, giornalista, fondatore del giornale antimafia I Siciliani, fu ucciso la sera del 5 gennaio del 1984 con cinque colpi di pistola davanti al Teatro Stabile di Catania. Per l’omicidio, inizialmente fatto passare come “passionale” o dovuto a motivi economici, sono stati poi condannati all’ergastolo il boss Nitto Santapaola e il suo braccio destro Aldo Ercolano, mandanti dell’omicidio.

Il trentennale del suo assassinio è l’occasione per proporre al pubblico la vita e le idee di un grande intellettuale siciliano, che morì per aver difeso il diritto di cercare e raccontare la verità. Prima di tutti gli altri denunciò e documentò i rapporti tra la mafia e il potere. Scelse di condividere il progetto del suo giornale, I Siciliani, soltanto con un gruppo di giornalisti ventenni, nella convinzione di trasmettere a quei giovani un progetto di vita.

Il docufilm, ideato e scritto da Gualtiero Peirce e Antonio Roccuzzo, prodotto da Cyrano New Media con RaiFiction per la regia di Franza Di Rosa, è tratto dalle pagine del libro “Mentre l’orchestrina suonava gelosia”, scritto dallo stesso Antonio Roccuzzo, uno dei giovani della redazione di Pippo Fava.

Nel racconto si mischiano fiction, video di repertorio (alcuni dei quali inediti) e le testimonianze dirette del figlio Claudio Fava e del giornalista Antonio Roccuzzo.

Advertisements