Lucignolo: Bebe Vio e il tacco 12 (gallery)

Lucignolo 2.0 è tornato ieri a occuparsi di Bebe Vio (il vero nome è Beatrice Vio), protagonista di tanti servizi realizzati nei vari programmi di Marco Berry, in particolare Invincibili. Un esempio di forza e coraggio per tutti i giovani che si trovano in difficoltà o che devono oltrepassare grandi scogli apparentemente insuperabili.

A soli 11 anni Bebe si è vista amputare mani e piedi a causa di un terribile meningococco fulminante che le ha necrotizzato gli arti. La ragazzina, che praticava scherma fin dall’età di 5 anni, non si è persa d’animo e, con nuove protesi, ha ripreso a praticare scherma, diventando una campionessa della scherma in carrozzina.

Bebe, grazie anche ad un’associazione fondata dalla sua famiglia, è un punto di riferimento per tante persone e, oltre allo studio e alla scherma, si dedica anche all’aiuto delle persone che vivono difficoltà simili alle sue. Dopo alcuni anni, Marco Berry è tornato da lei, trovandola ormai una bella 16enne.

Oltre a fare il punto della situazione, Berry ha “aiutato” Bebe a convincere chi le realizza le protesi a progettare un piede che potesse permetterle di indossare il tacco 12, perché “è tanta roba“, come ha detto la ragazza, sempre col sorriso sulle labbra.

La missione di Berry è andata ovviamente a buon fine e ora Bebe potrà sfoggiare le sue scarpe col tacco, in vista dell’attesissimo appuntamento con le Olimpiadi del 2016 per le quali si sta già allenando.

Advertisements