Advertisements
Advertisements

Canale5 e il disastro del preserale. Ascolti imbarazzanti per The Money Drop

Siamo alle solite. Con l’arrivo dell’estate e delle vacanze dei programmi del daytime, gli ascolti di Canale5 crollano. E se il primo pomeriggio ha reagito bene all’assenza di Uomini e donne e Pomeriggio Cinque grazie all’ottimo successo di Il segreto e Le tre rose di Eva, lo stesso non si puo’ dire per il preserale, che abbandonato alle repliche di The Money Drop è uno dei momenti meno seguiti dell’intera giornata dell’emittente.

Nonostante i disastrosi risultati delle repliche de La ruota della fortuna nella scorsa stagione, anche quest’anno Mediaset non ha prodotto un preserale inedito da contrapporre al fortissimo Reazione a catena di Pino Insegno in onda su Rai1, nonostante Gerry Scotti si fosse offerto di tener compagnia al suo pubblico per tutto luglio.

E oltre alla pazzia di non produrre una nuova trasmissione per l’estate (costava molto registrare 60 puntate del buon vecchio Sarabanda?), si aggiunge anche la follia di proporre in piena estate un gioco lento, lugubre e poco apprezzato dal pubblico come The Money Drop, che dopo l’iniziale exploit è stato gradualmente snobbato dagli spettatori che ormai ha dimostrato di preferire il clima più scanzonato di Avanti un altro, lui cui repliche infatti ottenevano più ascolti, pur non sufficienti.

Un errore di valutazione che ritroviamo anche nella replica dello show del sabato sera, durante il quale viene proposto quel Panariello non esiste già non entusiasmante al primo passaggio (perché non riproporre le ultime stagioni di Chi ha incastrato Peter Pan?), ma anche nella poca furbizia nel collocare uno show indirizzato prevalentemente ai giovani come il Music Summer Festival – Tezenis Live nella serata del giovedì invece che all’inizio della settimana, quando il pubblico di riferimento reduce dal weekend solitamente tende a non uscire.

 

Advertisements