Advertisements
Advertisements

Carlo Giovanardi contro Uomini e donne gay (che non si farà)

È una presa di posizione netta quella di Carlo Giovanardi, Senatore del PDL, nei confronti di un’ipotetica versione gay di Uomini e donne, la nota trasmissione nel pomeriggio di Canale5 condotta da Maria De Filippi. Intervistato da Klaus Davi, Giovanardi ha espresso la sua perplessità sulle presunte “lobby gay” che a sua detta spadroneggiano in tv da qualche tempo, aggiungendo anche che non farebbe vedere la versione omosex di Uomini e donne alla sua nipotina minorenne.

Fermo restando che la visione di Uomini e donne da parte dei bambini sarebbe da evitare anche per quanto riguarda la versione canonica della trasmissione, che decisamente non rappresenta il modo corretto di tv educata e veicolo di valori, non stupisce certamente questo tipo di atteggiamento da parte di Giovanardi nei confronti del mondo omosessuale, che nonostante il livello discutibile della trasmissione in oggetto entrerebbe nella case di milioni di italiani ogni pomeriggio ribadendo il concetto che tra le coppie etero e le coppie gay non c’è nessuna differenza.

Un concetto che però a Giovanardi non va proprio giù e che osteggia giorno dopo giorno.

Ma si tratta comunque di una discussione inutile; Maria De Filippi ha infatti risposto pochi giorni fa alle parole dei fans che le chiedevano se avesse intenzione di introdurre un “trono gay” nella sua trasmissione, ricevendo una risposta negativa accompagnata da una motivazione alquanto fumosa. Carlo Giovanardi puo’ stare tranquillo!

Advertisements