Miss Italia 2012 tra costume intero, tradizione e multietnicità

Manca meno di un mese a Miss Italia 2012 – le finali si svolgeranno il 9 e 10 settembre a Montecatini Terme -, il concorso di bellezza per eccellenza che anche quest’anno decreterà la più bella ragazza del Belpaese, tra 101 contendenti (come voleva Enzo Mirigliani). La conduzione, come detto, è affidata “all’operaio Rai” Fabrizio Frizzi, mentre a Patrizia Mirigliani spetterà ancora una volta il compito di coordinare tutta la complicata macchina della manifestazione.

Sorrisi, nel numero in edicola quest’oggi, ha intervistato sia la Mirigliani che Frizzi, facendo così un quadro generale dell’edizione che ci aspetta. Un’annata dominata dalla “crisi” – come ha sottolineato più volte la donna -, che ha costretto la Rai a opzionare solamente due serate della manifestazione (ma la crisi, si sa, riguarda anche e soprattutto gli ascolti).

Tra le novità, il ritorno al costume intero, che tante polemiche ha già suscitato. Dice la Mirigliani:

Sì, non ci sarà il bikini. In un momento in cui l’immagine della donna è molto discussa, il concorso ha deciso di adeguarsi e tornare ai modelli familiari tradizionali.

Anche quest’anno ci saranno le ragazze taglia 44 e verrà decretata Miss Curvy, ma tornerà anche il ruolo di Miss Fair Play (Miss scelta dalle altre ragazze) e di Miss Sportiva. Il gruppo delle 101 finaliste sarà formato dal 22 agosto a Montecatini, dove arriveranno 224 italiane selezionate tramite i canali ufficiali e 20 ragazze dell’edizione speciale di Miss Italia nel Mondo, che questa volta ha giudicato straniere residenti in Italia.

Patrizia Mirigliani rassicura sulla solidità del concorso: gli sponsor sono addirittura aumentati quest’anno e anche la Fiat, dopo 40 anni, è tornata a scommettere su Miss Italia. Gli ascolti invece rimangono un’incognita.

Fabrizio Frizzi ha precisato invece che si tratta della sua ultima conduzione, nonostante sia la diciassettesima: non è scaramantico. E ha rivelato qualcosa sui due presidenti di giuria di questa edizione:

La prima serata dovrebbe esserci un’ospite internazionale, una donna di grande prestigio che dia alle ragazze messaggi sui valori della vita. Per la seconda serata ci sono ancora dei dubbi.

In un’intervista a Il Giornale si è sbilanciato anche sulla decisione della Mirigliani di utilizzare il costume intero:

Io non sono un moralista e sono in parte d’accordo con i fan: a me il due pezzi, ovviamente in un contesto di eleganza, andava benissimo. Patrizia ha fatto questa scelta sulla scorta degli incitamenti della ministra Fornero, e della neopresidente Rai Tarantola, riguardo il buon esempio che la Rai deve dare. Sul quale concordo. Ma questo è un concorso di bellezza: bisogna che, pur evitando morbosità, la figura fisica delle ragazze sia messa in risalto.

Advertisements