Advertisements
Advertisements

Le Iene: venditore di rose trova lavoro (gallery)

A Le Iene Show non si vedono solo storie tristi di malattia, violenza o furbetti che tentano di imbrogliare il prossimo. Questa sera è stato proposto un servizio davvero commovente nel suo risvolto positivo, che ha riguardato un venditore di rose originario del Bangladesh, Balal, che era stato “squalificato” due settimane fa dalle Olimpiadi dell’illegalità a causa della sua eccessiva onestà.

Messo a sorvegliare un’importante cifra di denaro da un finto prete (Angelo Duro), non solo non aveva avuto la tentazione di impossessarsene, ma si era addirittura assicurato che non ci fossero furbetti in giro. Una prova di “forza” davvero incredibile, dato che i 300 euro che si sarebbe potuto intascare equivalgono a circa un mese di lavoro con la vendita di rose.

Intenerito dall’onestà di Balal – un 24enne laureato nel suo paese, a quanto ha raccontato -, Angelo Duro l’aveva premiato con una medaglia. Ma il premio più grande è arrivato da una spettatrice del programma, che ha chiamato la redazione, in accordo col padre, per offrirgli un lavoro vero nella sua tenuta in Calabria.

Non avendo i contatti del ragazzo, Le Iene hanno girato tra i venditori di rose milanesi per rintracciarlo, fortunatamente riuscendoci. Tra il felice e lo spaesato, come se non si fosse reso realmente conto di quanto gli stava accadendo, il giovane ha chiamato subito la fidanzata in Bangladesh, pronto a trasferirsi in Calabria, dove magari anche lei lo raggiungerà.

Advertisements