Lo spot Mediaset Premium rilancia Liberi liberi, tormentone di Lorella Cuccarini

Quando la tv del presente incontra la tv del passato è sempre un piacere. Sta accadendo in questi giorni sulle reti Mediaset, dove spopola il nuovo spot Mediaset Premium; la colonna sonora è infatti Liberi liberi, brano di successo di Lorella Cuccarini inciso nel 1991 e sigla della Buona domenica di quell’anno condutta proprio dalla Cuccarini insieme a Marco Columbro, ma sfruttata anche negli anni passati nelle trasmissioni condotti dalla “più amata d’Italia”.

La vecchia e spensierata Fininvest rivive in questo spot dal sapore nostalgico, dove la Mediaset del 2013, evoluzione della Canale5 tutta varietà colorati degli anni novanta, presenta al suo pubblico l’offerta Premium estiva denominata Freedom che offre tutti i pacchetti della pay tv di Cologno Monzese a 39 euro.

Una trovata pubblicitaria di grande impatto che ha attirato l’attenzione dei tantissimi fan della televisione del secolo scorso, della quale Lorella Cuccarini (ma in generale i motivetti orecchiabili sfruttati come sigle dei varietà) è un’icona. Liberi liberi, grazie alla massiccia trasmissione della pubblicità, sta già tornando a rivivere i fasti di vent’anni fa, ridiventando un tormentone.

Un’operazione nostalgia geniale che riporta più che mai in auge l’interprete del brano, che sta vivendo un periodo professionale non semplice (è alle battute finali della sua Domenica in, che dall’anno prossimo passerà probabilmente a Mara Venier) e che abbiamo visto una decina di giorni fa nuovamente al fianco del suo partner storico, Marco Columbro, nella loro storica “casa” televisiva, Paperissima.

Peccato solo per una cosa: nonostante lo spot volutamente dai richiami retrò, Mediaset Premium non propone un canale dedicato agli amanti della tv vintage. Peccato.

 

Advertisements