Advertisements
Advertisements

Barbara d’Urso a Le Invasioni Barbariche, pochi minuti di divertimento. Il resto è marchetta (gallery)

Barbara d’Urso è appena stata ospite de Le Invasioni Barbariche. Un’icona Mediaset, il volto del Biscione per eccellenza, a La7? Ebbene sì, ma per un motivo ben preciso: pubblicizzare il suo nuovo libro, uscito da pochi giorni. E ciò che temevamo – ossia che l’ospitata si rivelasse una marchetta di dimensioni spropositate – è effettivamente accaduto, dato che pochi minuti dopo l’inizio dell’intervista è entrato in studio anche il fido professor Nicola Sorrentino, dietologo dei vip, che ha scritto il libro in collaborazione con Barbarella.

L’intervista, ad onor del vero, era iniziata col piede giusto, con domande mirate alla conduttrice – alcune delle quali riguardanti le sue simpatie politiche e il rapporto con Silvio Berlusconi -, qualche frecciatina per i video messi sul suo blog e per i tanti gruppi di Facebook che ne deridono movenze, faccette ed espressioni contrite. La d’Urso non si è comunque scomposta, rispondendo a Daria Bignardi con la consueta esuberanza e (finta) autoironia, invitandola ad informarsi maggiormente guardando Pomeriggio Cinque.

Ma il momento della sponsorizzazione è arrivato troppo presto e oltre metà del tempo a disposizione è stato buttato a parlare di diete, giornate tipo, mappazzoni a colazione, tisane, ginnastica e beveroni. Certo, chi non invidia il fisico di Barbara d’Urso? Chi non metterebbe la firma per una forma così ad oltre 50 anni? Lo spettatore medio però si accontenta di guardarle le tette – che lei stessa ha sottolineato di aver messo in evidenza -, senza essere particolarmente interessato ai suoi segreti.

Pure Daria Bignardi, nonostante fingesse attenzione, faceva trasparire la noia totale (ma questa non è una novità). E se non si è divertita lei, ci saremmo dovuti appassionare noi ai mappazzoni a base di ricotta, miglio e ingredienti che non ha voluto svelare?

Advertisements