Advertisements
Advertisements

Mistero cerca giustizia per Chiara Poggi (gallery)

Mistero, come abbiamo già avuto modo di dire, da quest’edizione si occupa in modo massiccio di gialli irrisolti e stasera è toccato a quello di Chiara Poggi, la giovane ragazza di Garlasco (PV) trovata morta nell’estate del 2007, uccisa per mano di qualcuno che non ha ancora un nome. L’unico ad essere stato accusato in questi anni è stato l’allora fidanzato Alberto Stasi, che aveva anche ritrovato il corpo della ragazza, ma è stato assolto sia in primo che in secondo grado ed ora si attende il giudizio della Cassazione.

Marco Berry si è recato a Garlasco e nei paraggi per sentire alcune testimonianze sulla vicenda e cercare di fare chiarezza. Senza mai lanciare apertamente delle accuse, il programma ha mostrato delle interviste che facevano comunque intuire la possibile colpevolezza di Stasi.

Una testimone ha detto apertamente di aver visto la bicicletta della madre di Stasi parcheggiata fuori dalla casa di Chiara la mattina dell’omicidio, mentre un criminologo ha fatto “le pulci” ad alcuni elementi presi in considerazione dalle corti, come l’ora ipotetica della morte.

Immancabile l’intervista alla sensitiva di turno, che questa volta si chiama Maria Grazia Montani e dice di ricevere dei messaggi direttamente da Chiara Poggi (la cui foto campeggia proprio sulla pagina Facebook della sensitiva). La verità, dice Chiara attraverso la sensitiva, arriverà presto. E se lo dice lei…

Advertisements