Advertisements
Advertisements

La ricca stagione di Michelle Hunziker tra Striscia, la Germania e un one woman show

La stagione 2012/2013 sarà ricca di lavoro per Michelle Hunziker, la brava e simpatica conduttrice arrivata dalla Svizzera 19 anni fa. Dalla Germania ricomincerà la sua stagione lavorativa: da venerdì 27 luglio sarà infatti occupata con la registrazione di ben 12 puntate della versione tedesca del format di Italia’s Got Talent, nel quale ricoprirà il ruolo di giudice.

A settembre tornerà in Italia per aprire insieme a Ezio Greggio la venticinquesima edizione di Striscia la notizia, scambiandosi l’ordine di successione dietro al celebre bancone con Enzo Iacchetti, come già avvenuto nelle annate 2004/2005 e 2006/2007. Contemporaneamente sarà anche impegnata insieme a Gerry Scotti nelle registrazioni della nuova edizione di Paperissima, che andrà in onda in prima serata presumibilmente nella stagione invernale, mentre per l’inizio del 2013 è previsto il suo ritorno a teatro con Mi scappa da ridere, con il quale ha avuto tanto successo alcuni anni fa e che proporrà in una versione rinnovata con l’introduzione di ospiti, balletti e comici.

E proprio questa rivisitazione sarà poi trasportata e proposta come show televisivo, rendendo sempre più vicino nel tempo il progetto che l’avrebbe voluta protagonista di un “one woman show” curato da Bibi Ballandi. La showgirl, in un’intervista a TV Sorrisi e canzoni, ha inoltre espresso il desiderio di proporre lo spettacolo su Canale 5, ribadendo e rivendicando la sua appartenenza al gruppo Mediaset.

Interrogata su un ipotetico ritorno a Zelig, ha risposto di non avere intenzione di tornare nel programma di Gino e Michele in assenza del suo partner storico, Claudio Bisio.

È un periodo d’oro per Michelle Hunziker, che oltre a godersi le certezze di una vita artistica molto piena ha ritrovato l’amore; innamoratissima dell’imprenditore Tomaso Trussardi, con lui e la quindicenne figlia Aurora – avuta da Eros Ramazzotti – si gode gran parte delle vacanze tra un lavoro e un altro.

Advertisements