Advertisements
Advertisements

Le Iene e i preti pedofili. La Chiesa non dà risposte

Tra i tanti servizi proposti ieri sera a Le Iene Show, ce n’è uno che ha colpito maggiormente l’opinione pubblica: quello sugli abusi da parte dei preti pedofili. Non è la prima volta che il programma di Italia1 si occupa dell’argomento, riuscendo in passato addirittura a far allontanare dei preti molestatori da alcune parrocchie, ma in occasione del Conclave di domani e della presenza a Roma delle più alte cariche della Chiesa, l’inviato Paolo Trincia è riuscito a fare loro delle domande dirette sull’argomento, ottenendo però risposte tutt’altro che soddisfacenti.

L’inchiesta è partita da svariate segnalazioni ricevute dal programma su Don Nello Giraudo, un prete che in oltre 25 anni ha abusato di decine, se non centinaia di ragazzini, alcuni dei quali (ora cresciuti) hanno dato la loro testimonianza in un servizio mandato in onda la settimana scorsa. Ma la Chiesa, informata delle tendenze pedofile del prete, si è limitata a spostarlo di parrocchia in parrocchia, senza mai impedirgli di avere contatti coi minori.

Trincia ha mostrato svariati documenti interni della diocesi di Savona che confermavano come la Chiesa fosse a conoscenza del problema. Addirittura un documento dimostra che sulla vicenda era stato chiesto consiglio a Joseph Ratzinger, diventato poi Papa Benedetto XVI. Ma il prete ha potuto continuare ad abusare dei bambini, coperto anche da Domenico Calcagno, ora Cardinale, che eleggerà il prossimo Papa.

I tanti Cardinali interpellati da Trincia non si sono espressi sull’argomento. Alcuni si sono limitati a dire “Chieda a qualcun altro“, mentre altri hanno accusato stizziti di maleducazione l’inviato de Le Iene. Il quadro che ne esce è ancora una volta sconfortante.

Potete vedere il servizio completo a questo link.

Advertisements
CircaDebora Marighetti
Sono una giornalista che si occupa, per passione e professione, di tv e spettacolo dal 2006. Ho collaborato con Blogo, in particolare con Tvblog.it, dal 2006 al 2012, occupandomi di news, critiche, recensioni su telefilm, varietà, game show, reality show e molto altro. Sono apparsa sporadicamente su Traveblog.it. Ho gestito il magazine musicale di Dada tra il 2009 e il 2010 e collaborato, negli anni e senza continuità, con svariati blog e settimanali. Dal 2012 sono editor di Tv(in)Diretta.