Advertisements
Advertisements

Festival di Sanremo 2013 – Prima puntata (gallery) Ecco le canzoni che passano il turno!

Si parte! Il Festival di Sanremo 2013 è pronto ad intrattenere per cinque serate gli spettatori di Rai1 e noi siamo altrettanto pronti a seguire in diretta tutti gli accadimenti delle varie puntate. Ricapitoliamo brevemente quanto accadrà stasera: accanto a Fabio Fazio e Luciana Littizzetto troveremo Bar Refaeli, mentre come ospiti ci saranno Maurizio Crozza, Felix Baumgartner e Toto Cutugno (con il coro dell’Armata Rossa). Presente anche una coppia che parlerà di nozze gay.

Per quanto riguarda i cantanti in gara, ecco l’ordine di uscita dei 7 che si esibiranno questa sera: Marco Mengoni (brani Bellissimo e L’essenziale); Raphael Gualazzi (Sai (ci basta un sogno) e Senza ritegno); Daniele Silvestri (A bocca chiusa e Il bisogno di te (ricatto d’onor)); Simona Molinari e Peter Cincotti (Dr. Jekyll & Mr. Hyde e La felicità); Marta sui Tubi (Dispari e Vorrei); Maria Nazionale (Quando non parlo e È colpa mia); Chiara Galiazzo (L’esperienza dell’amore e Il futuro che verrà).

Pronti per seguire live l’evento?

Ore 20.45: si parte già con il Va pensiero, annunciato omaggio a Giuseppe Verdi. Ad interpretarlo è il Coro dell’Arena di Verona, diretto per l’occasione da Mauro Pagani. Entra Fabio Fazio per ringraziare il coro e poi arriva anche Luciana Littizzetto, in una carrozza in stile Cenerentola. Arriva fuori dall’Ariston, ringrazia i cocchieri (che indica come tronisti di Uomini e donne) e poi entra in sala.

Ore 20.58. Dopo i saluti di rito, “Lucianina” legge una letterina a San Remo, che ha cercato sul calendario ma non esiste. Monologo divertente, nel tipico stile Littizzetto, con qualche parolaccia e tanti riferimenti politici.

Ore 21.11. Entra il primo cantante, Marco Mengoni. La Littizzetto gli chiede se sia vivo, visto il gelo delle sue mani. Canta prima L’essenziale, ballata abbastanza classica che però arriva già al primo ascolto. La seconda canzone è Bellissimo, molto più ritmata della prima ma anche più banale nel testo. E’ Marco Alemanno, compagno di Lucio Dalla, ad annunciare la canzone in gara per Marco Mengoni: L’ESSENZIALE!

Ore 21.26. Secondo cantante in gara: Raphael Gualazzi. Il primo brano è Senza ritegno, ritmo originale e molto coinvolgente, ma la canzone pecca un po’ nel cantato di Gualazzi, che stenta a stare dietro alle parole. Probabilmente registrata rende molto di più. Il secondo brano è Sai (ci basta un sogno), un lento con una bella parte di piano, ma molto carente nel cantato. Gualazzi dice di preferire questa seconda canzone (noi la prima invece). Ilaria D’Amico annuncia la canzone che entrerà in gara: SAI (CI BASTA UN SOGNO)!

Ore 21.40. Arriva Felix Baumgartner, colui che si è buttato da 39.000 metri per la Red Bull Stratos e ha superato la barriera del suono.

Ore 21.48. Riparte la gara con Daniele Silvestri, che presenta per prima A bocca chiusa, canzone dal testo molto importante e dal sound che richiama vagamente Paolo Conte. E’ accompagnato sul palco da un interprete della lingua dei segni. Il secondo brano, Il bisogno di te (ricatto d’onor), è in tipico stile Silvestri, peccato per qualche problema del microfono (o almeno così pare). Il cantante vorrebbe portare avanti il primo brano. Valeria Bilello annuncia la vincitrice: A BOCCA CHIUSA!

Ore 22.05. Arrivano sul palco Simona Molinari e Peter Cincotti. Il primo brano è Dr. Jekyll & Mr. Hyde, brano in stile swing che non ci ha particolarmente colpiti. Nettamente più bello e coinvolgente, sebbene nello stesso stile, La felicità. Flavia Pennetta annuncia la canzone scelta da pubblico e giuria: LA FELICITA’!

Ore 22.22. Arriva l’attesissimo Maurizio Crozza, vestito da Silvio Berlusconi come la settimana scorsa a Ballarò. Fa qualche battuta, una canzone, poi si toglie la parrucca pensando di riuscire a proseguire col suo monologo…ma il pubblico inizia a urlare, a fischiare. Gli dice “No politica!!”, “Sei un pirla!!!”. In realtà si tratta di pochi disturbatori, ma Crozza non riesce ad andare avanti e diventa necessario un intervento di Fazio per calmare prima e allontanare poi i disturbatori. Una volta usciti i contestatori, il clima si placa e Crozza continua per circa 40 minuti il suo monologo, spaziando da Bersani a Ingroia, fino a Montezemolo.

Ore 23.10. Riparte la gara coi Marta sui tubi, gruppo del quale abbiamo ampiamente parlato in questi giorni. La prima canzone è Dispari, abbastanza orecchiabile e con un testo originale, ma non particolarmente convincente. Il secondo brano, Vorrei, è più “classico” e accattivante. Il leader del gruppo dice di preferire il primo brano. Benedetta e Cristina Parodi hanno il compito di annunciare la canzone vincitrice: VORREI!

Ore 23.28. Sesta cantante in gara stasera è Maria Nazionale, che prima canta un brano in dal titolo Quando non parlo, con qualche richiamo folk, mentre il secondo, È colpa mia, è un lentone in napoletano. Vincenzo Montella annuncia che il brano che passa il turno è: E’ COLPA MIA!

Ore 23.47. Entra Angelo Ogbonna, difensore della nostra Nazionale (di calcio, non Maria) e del Torino. Consegna un premio a “un italiano vero”, Toto Cutugno. Cutugno canta L’italiano col coro dell’Armata rossa…e a molti verranno in mente le parole di Anna Oxa sui diritti comprati dai russi. Tra le tante gaffe, Cutugno dichiara di essere un nostalgico della vecchia Unione Sovietica…

Ore 0.10. Finalmente si torna alla gara con l’ultima cantante della serata, Chiara Galiazzo. Il suo primo brano è L’esperienza dell’amore, molto lento e d’atmosfera, anche se non completamente “persuasivo”. Il secondo si intitola invece Il futuro dell’amore, un originale tango con un ritornello in stile James Bond. Stefano Tempesti, portiere della Nazionale di pallanuoto, annuncia il brano vincitore: IL FUTURO DELL’AMORE!

Si chiude così la prima – deludente – puntata di Sanremo 2013.

Advertisements