Rai Boh: un’accozzaglia di buone idee realizzate male (gallery)

Rai Boh, un titolo più azzeccato non poteva esserci. L’idea di parlare di televisione (e del suo dietro le quinte) in televisione non è malvagia, ma tra il dire e il fare, come sappiamo, c’è di mezzo il mare. L’ospite Enrico Mentana è stato sicuramente piacevole, il conduttore è apparso più idoneo ad una seconda serata defilata rispetto ai precedenti incarichi in prima serata, per restando decisamente troppo ingombrante e poco al suo posto.

Rai Boh, la nuova seconda serata di Rai2, però è un‘accozzaglia di contenuti ben poco soddisfacente: innanzitutto, oltre alle rubriche fisse che avevamo descritto abbiamo trovato anche degli spazi di cabaret con comici tristi e tutt’altro che divertenti, ma il problema più grosso è che questi interventi “comici” inseriti all’interno del programma erano completamente avulsi dal resto della trasmissione: terrificante. Il picco dell’ironia si è raggiunto solo al passaggio del crawl che invitava a visitare il sito del programma per rivedere le parti più divertenti della puntata. Esilarante!

Delude tantissimo “La stanza dei bottoni“, dove l’ospite avrebbe dovuto creare un palinsesto ad hoc (prima e seconda serata). Ok, sapevamo che Mentana avrebbe dovuto scegliere basandosi sul suo gusto personale, ma non ci voleva certo Facchinetti per immaginare che il direttore del telegiornale di La7 avrebbe scelto nelle sue serate televisive Piazzapulita, Servizio pubblico (ma con opzione Masterchef durante i neri pubblicitari) o L’ultima parola. Per non parlare poi dell’inserimento del Festival di Sanremo all’interno della settimana-tipo da illustrare, decisamente senza senso in una rubrica così sperimentale, e tralasciando la praticamente obbligata scelta dello stesso Rai Boh per il martedì in seconda serata.

Insomma, una trasmissione che avrebbe dovuto parlare di tv è risultata essere semplicemente un modo alternativo per fare un’intervista ad un ospite vip (con stesso sottofondo musicale della storica intervista fotografica di Il senso della vita), deludendo chi in realtà voleva sfuggire al solito talk e avrebbe voluto sentir davvero parlare di televisione.

Ah, Facchinetti da questa puntata ha imparato che non riuscirà mai a diventare un giornalista. Solo questo?

EDIT: Svelato l’arcano: nella puntata di oggi si è parlato del Festival di Sanremo perché in realtà questa era stata registrata come terza puntata. Nella lavagna dove Facchinetti ha appuntato il palinsesto di Mentana si notano gli ospiti delle prime due puntate che sono slittate alle prossime settimane, ovvero Paola Perego e Marco Mazzocchi. Mah.

Advertisements