Zelig Circus, ascolti ai minimi storici: e adesso?

Niente da fare. Un altro “soldato” di Canale5 è caduto. Dopo il Grande fratello, un altro caposaldo della programmazione dell’ammiraglia Mediaset sta soccombendo alle regole dell’Auditel, lo stesso meccanismo che per quindici anni l’ha inserito nell’Olimpo dei programmi di successo. Zelig è ai minimi storici e “le prende” pure dalle fiction in replica di Rai1.

Claudio Bisio, storico volto del varietà, ha abbandonato la nave prima che affondasse insieme alla sua ultima compagna televisiva, Paola Cortellesi: probabilmente notando che l’edizione dell’anno scorso ebbe un brusco calo degli ascolti che portò il varietà a perdere diversi punti percentuali col passare delle 15 puntate di un’edizione monstre, i due conduttori hanno deciso di lasciare la trasmissione.

E così fu: la nuova conduzione di Teresa Mannino, troppo acerba per un programma così forte, e il Mago Forest, che oltre ai programmi con la Gialappa’s ricordiamo solo per disastri televisivi come Uman – Take Control, non convince, così come non convincono i nuovi comici. L’edizione 2013 è ai minimi storici, e le ultime due puntate sono state le meno viste della decennale avventura in prima serata (su Canale5) della trasmissione, non riuscendo nemmeno a toccare il 16%.

Certo, anche questa “deriva televisiva” è stata causata dalla scarsa lungimiranza di Canale5 che si ostina a riproporre all’infinito format di successo senza saperli bloccare al momento giusti e portandoli al baratro. Zelig è una trasmissione “evento”, che il pubblico deve attendere e che perde ogni appeal se viene prolungata per infinite puntate, in onda ogni anno e con repliche trasmesse ad ogni ora su qualsiasi canale. Non è un caso che i varietà di maggior successo della rete sono Paperissima e Ciao Darwin, entrambi proposti col contagocce e preservati rispettivamente da Antonio Ricci e Paolo Bonolis.

Da diverso tempo si parla di una promozione di Colorado sull’ammiraglia da Italia1, seguendo così lo stesso percorso di Zelig, nato sulla seconda rete di Cologno e poi promosso su Canale5, ma è anche vero che la trasmissione di Paolo Ruffini e Belen Rodriguez non ottiene lo stesso successo che il format di Gino e Michele riscuoteva su Italia1, e soprattutto non brilla nè per successo nè per ascolti già da alcune stagioni, probabilmente anche in questo caso per colpa delle repliche in loop su Mediaset Extra e Italia 2 e per una qualità sempre inferiore delle proposte comiche.

E allora quale sarà il futuro di Zelig? Una lunga pausa? Un definitivo accantonamento? Tornerà Bisio? Oppure il cabaret televisivo è ormai un filone esaurito? Staremo a vedere.

Advertisements