Italia’s Got Talent – Esibizioni del 26 gennaio 2013 (gallery) Ecco chi passa il turno!

Terza puntata di Italia’s got talent 2013 su Canale5. Il talent show di successo ha visto in giuria anche stasera Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi; alla conduzione come al solito Simone Annichiarico e Belen Rodriguez, sempre più panciuta.

Anche in questo 26 gennaio 2013 concorrenti di ogni età, provenienza e disciplina hanno cercato di convincere la giuria della loro abilità. Alcuni hanno potuto proseguire il loro percorso all’interno del programma, altri invece sono stati bocciati senza troppi complimenti.

La puntata è partita in modo molto divertente con i Faces of Disco, ballerini con delle mascherere molto particolari; poi Nino Bonelli, simpatico padrone del pappagallo Chiquito. Passano il turno. Va meno bene a Damiano Angeli e alle sue pernacchie sotto l’ascella.

Torna il Roberto del tapis rulant, che anche stasera viene “rimandato” perché la giuria vuole un’esibizione più difficile; gli Eventi Verticali fanno una prova in esterna molto d’effetto e passano il turno, così come Stefano Giomi, artista di strada e I Retroscena, gruppo che fa uno show divertente.

Momento emozionante: Matteo Schiavone si era presentato inizialmente con il gemello Luciano, malato di tumore e successivamente deceduto; viene mostrato il provino, poi Matteo canta da solo e riceve tre sì. Francesco, detto Magic Voice, passa inaspettatamente dopo uno show a metà tra il comico e il serio. Anche Elvis Martini, “mago” un po’ macabro, riesce ad essere promosso nonostante le perplessità di Maria.

Rose Aste indovina le canzoni dei Beatles dalla prima nota; Mattia Russo, un bambino, canta Gianna e piace, anche se Scotti lo boccia per il solito discorso sui bambini “categoria a parte”; Gerardo Di Benedetto, detto Mc Gerry, è invece un rapper che viene bocciato senza possibilità di appello.

Passano il turno anche: Dorian Cuoto, a proprio agio coi coltelli; il Piccolo coro piccolo, con le divertenti rivisitazioni delle canzoni da bambini; Stefano Orselli e Lucia Triolo, lui cabarettista non udente ma con un grandissimo senso dell’umorismo.

Il nostro preferito della serata: Roberto Carlisi, che in jeans e camicia da lavoro balla due hit di Carrà e Cuccarini. Sublime. Laura Renna e Maria Grazia Tullio, aspiranti veline, invece vengono cacciate. Va meglio a Beppe Brondino e Madame Zorà, mentalisti che riescono a non farsi “sgamare”.

Vasco Maria Vagnoli, 16 anni, canta e suona anche se un problema alla schiena glielo impedirebbe. Passa ovviamente il turno, così come S. Sanna, S. Casula e V. Mariani che portano un numero demenziale sulla Gioconda. Tanya e Graziano Tavoni, padre e figlia, cantano e suonano Emozioni di Battisti e piacciono alla giuria.

Gli altri che passano il turno: Fabio Damiani con Manuel Buttarelli, il primo fisicato e il secondo un po’ meno…; Valentina Petrillo, danzatrice del ventre; Roberto Di Pasquale, cantante; Caracoles, gruppo di flamenco.

E sul finale una sorpresa: Alessandro Carluccio si esibisce in playback su un brano di tanti anni fa scovato su internet…e cantato da Rudy Zerbi, che viene mostrato con tanti anni in meno e qualche capello in più. Nonostante lo “sgub”, non passa.

Advertisements