Italia’s got talent 2013 – Prima puntata in diretta (gallery) Ecco chi passa il turno

Italia’s got talent 2013 al via su Canale5 con la prima puntata. In giuria, anche in questa quarta edizione, Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi; la conduzione invece è ancora una volta affidata a Simone Annichiarico e Belen Rodriguez. La formula sarà ovviamente quella di sempre: concorrenti di ogni età, provenienza e disciplina cercheranno di convincere la giuria della loro abilità, per poter proseguire il loro percorso all’interno del talent show.

Noi siamo pronti a regalarvi le immagini più belle della serata e ad aggiornarvi tempestivamente sui concorrenti che riescono a passare il turno in questa prima puntata del 12 gennaio 2013. Rimanete collegati!

Alessandro Barbero, atleta bmx, è il primo a passare il turno; poi arrivano alcune bocciature: un cantante che interpreta Julio Iglesias, un “mentalista” che viene messo in difficoltà e un ballerino improvvisato. Tocca poi ad un ballerino che si esibisce con l’ausilio di un elastico, Davide Zangoli: passa il turno.

La Gemy School, scuola di danza con ballerini dai 7 ai 28 anni, passa il turno; anche Deborah Colangelo, 20 anni, cantante con una storia difficile, viene promossa (anche se non dotatissima). Dopo varie bocciature, tra cui il Cantacuoco Ca, passano il turno Giuliano Marcello, animatore che ha fatto cambiare idea a Maria dopo l’iniziale no e Stefania Bernardini, una specie di Mary Poppins-maga.

Momento esilarante con Mauro Abiti, un culturista/personal trainer/atleta a tutto tondo che recita un monologo serio e poi resta in mutande. Ma il monologo, dal pubblico, viene “frainteso”. I Cascade Demo Team, stuntmen di professione, sono bravissimi e incantano il pubblico, ricevendo poi tre sì; va meno bene invece a Laura Poggi, cantautrice improvvisata, e ai cugini Teodoro e Gianluca Ostuni, “ballerini”.

Raffaele Cibelli, cantante, riceve due sì portando un brano di Renato Zero; Gli Elettricisti, gruppo di ballerini improvvisati, passa il turno (ma non grazie a Zerbi); Leonardo Fiaschi, conduttore radiofonico già conosciuto da Scotti, qui nelle vesti di imitatore, riceve tre sì.

Tocca poi ad una vecchia conoscenza televisiva, Mauro Petrarca, già Poeta cimiteriale, visto qualche anno fa a X Factor. Non convince (purtroppo) la giuria. Un gruppo di Sosia si becca poi una bocciatura, mentre l’insegnante di pole Tamara Tassi convince i giudici.

Una serie di sì: Jean Pierre Bianco, artista che “utilizza” il suo ginocchio, e il duo Francesco Landi e Morgan Coccon, uno artista di strada e l’altro manager, amici nella vita; arriva poi Eugenio Scarlato, ragazzi non udente che fa il rapper per sordi su una canzone da lui scritta. Eugenio manda in visibilio il pubblico.

Alex Botta, giovane ballerino di bella presenza, convince pubblico e giuria; Martina Tomasello, dj Loira Linda, balla e mixa, non convincendo Zerbi ma ricevendo due sì; Roberto De Marchi, comico, piace così così, ma riceve comunque due sì.

Advertisements