Storie Maledette, nuovo ciclo da stasera alle 23.30 su Rai3 (video)

Partirà quest’oggi in seconda serata su Rai3 la dodicesima stagione di Storie Maledette, programma di nera che ha preceduto le tante trasmissioni che vediamo ai giorni nostri. A condurlo sarà ancora una volta colei che l’ha ideato, la giornalista Franca Leosini, creatrice anche di un altro programma sul genere: Ombre sul giallo.

Anche in questa stagione Storie Maledette ripercorrerà le vicende giudiziarie e umane che, come si legge nella presentazione, con maggiore impatto emotivo, hanno segnato nell’ultimo ventennio l’opinione pubblica, dividendola nella passione del giudizio e inducendola a riflettere su come il “crimine”, nelle sue varie manifestazioni, assai spesso altro non è che lo specchio oscuro che riflette il malessere della società di cui è espressione estrema.

Il programma cerca di ricostruire il percorso psicologico e l’iter giudiziario di chi ha commesso un crimine, offrendo al contempo lo spaccato di una società che, a vari livelli, in quei crimini vede rispecchiate le ragioni del malessere, dell’assenza di valori, della solitudine morale che li hanno generati.

Storie Maledette andrà in onda in una giornata e in un periodo non certo “facile” per gli ascolti. Ma è proprio la Leosini a spiegarne le ragioni:

Ho scelto di andare in onda a luglio perché è uno spazio nel quale tradizionalmente non vengono proposte novità di rilievo nei palinsesti televisivi. In quest’ottica, Rai3 si propone di offrire ai telespettatori, anche e soprattutto nel corso dell’estate, una programmazione ritenuta di spessore e qualità

La prima storia di questa sera riguarderà Francesca Brandoli, 34 anni, modenese, condannata all’ergastolo con l’accusa di aver ucciso il marito Christian Cavalletti il 30 novembre 2006, in complicità con l’amante Davide Ravarelli. A scatenare la furia omicida sarebbe stata la disposizione del giudice di affidare al marito i figli di tre e cinque anni della coppia.

Circa un anno fa la Brandoli, in carcere, ha sposato Luca Zambelli, anche lui detenuto alla casa circondariale Dozza di Bologna, perché condannato per uxoricidio.

Vi offriamo un divertente video di Paola Cortellesi nei panni della Leosini, con una “guest-star” d’eccezione: proprio Franca Leosini.

Advertisements