Advertisements
Advertisements

Sara Tommasi: “Non accettavo di invecchiare. Ora mi sento una 30enne vincente. Mi dissocio dal video hard” (gallery)

Sara Tommasi sta bene? Decisamente no. L’abbiamo vista a Cielo che gol! da Simona Ventura pochi minuti fa ripetere come un disco rotto che bisogna stare lontani dalle cattive compagnie. Ha raccontato ad una Ventura un po’ mamma e un po’ maestra la sua caduta e la sua “rinascita” (non ancora completa), contraddicendosi, sostenendo prima che è stata molto male e che non era in grado di intendere e di volere, e dichiarando poi di sentirsi una persona vincente perché

Ho messo da parte un bel gruzzoletto, l’ho investito bene

Non accettava di crescere, di maturare; voleva rimanere giovane e al centro dell’attenzione, nonostante dovesse aiutare la madre, malata. Ma tutto ciò che ha fatto non è stato tempo sprecato, perché le è servito da esperienza per diventare quella che è oggi, per migliorare, ha detto Sara. Il video hard però è stato girato quando lei non era in sé, quando aveva gravi problemi psicologici e prendeva sostanze illegali a causa delle cattive compagnie. Ora c’è una causa in corso.

La Ventura, continuando a sottolineare la laurea della ragazza alla Bocconi, l’ha spronata a ripartire, commuovendosi a fine intervista e dicendole che vuole aiutarla a lasciarsi il passato alle spalle e ad andare avanti e ripetendole:

Tutti ti vogliono bene Sara. Sei intelligente, simpatica, hai una grande cultura. Quale uomo non ti vorrebbe al suo fianco?

Forse la Ventura non si è resa conto che continuare a puntarle i riflettori addosso potrebbe non significare “aiutarla”. Il percorso della Tommasi, l’abbiamo appurato quest’oggi, sarà ancora lungo…e non saranno certo il pietismo e l’ipocrisia di una conduttrice tv, Ventura o Cuccarini che sia, ad accelerarne la guarigione.

Advertisements